X-Men: Apocalisse primo al Box Office in un memorial day anomalo

X-Men: Apocalisse vince al Box Office USA, in uno dei peggiori Memorial Day della storia recente.

Uscito nelle sale USA venerdì, ha conquistato la vetta del box office USA con un incasso di 65 milioni di dollari in un weekend per il Memorial Day tra i più anomali della storia recente, definito tra i meno brillanti da parte degli addetti e che ha colpito anche altri lungometraggi in uscita.

La pellicola diretta da , inizialmente proiettata verso un debutto in linea con quello di X-Men: Giorni di un Futuro Passato, ha visto in poco tempo le previsioni scendere vertiginosamente, risultando così il più basso esordio per un film facente parte del franchise mutante. Contando gli incassi di lunedì, facenti parte del weekend lungo, il film dovrebbe portare a casa una cifra complessiva tra i 78 e gli 80 milioni di dollari, in linea comunque con le stime delle ultime ore.

Nello stesso periodo, X-Men: Conflitto Finale nel 2008 e X-Men: Giorni di un Futuro Passato nel 2014 avevano debuttato rispettivamente con 102.8 e 90.8 milioni di dollari. X-Men: Apocalisse ha incassato 26.4 milioni di dollari nella giornata di venerdì, molto meno dei 35.5 totalizzati dal capitolo precedente, che nel complesso nel corso del Memorial Day aveva portato a casa oltre 110 milioni di dollari.

X-Men: Apocalisse primo al Box Office in un memorial day anomalo

 

 

 

 

 

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio