Labyrinth #1

Articolo aggiornato il 14/12/2016

Labyrinth #1di Meito Banjo e Seiji Wakayama
GP Publishing, settembre 2009 – 208 pagg. b/n bros. – 3,90euro
Labyrinth fa parte della prima trance di uscite della neonata divisione di GP Publishing, ed è una serie non ancora famosa da noi, ma che ha già fruttato una trasposizione animata. Unisce mistero, elementi fantasy e detective story con uno stile di sicuro appiglio per i giovani lettori. Considerate le sue storie di investigazione, può venir spontaneo paragonarlo con il famoso Detective , ma è meglio tener presente che nel manga per ragazzi, il genere “giallo” è piuttosto diffuso ed è stato reso celebre ancor prima da un altro manga non arrivato da noi: Kindaichi shonen nno jikembo (I casi di Kindaichi). Il protagonista di “Labyrinth”, Mayuki, è un bambino misterioso, dall’aria nobile, al quale la polizia chiede aiuto per risolvere casi di omicidi in un Giappone del futuro dove i fenomeni paranormali sono all’ordine del giorno e troppo spesso sono usati per celare o giustificare crimini compiuti in realtà dagli uomini. Le risoluzioni dei casi, frutto di un misterioso metodo di deduzione, appaiono un po’ affrettate, ma incuriosiscono il lettore perché contribuiscono a infittire l’enigma sulla reale identità del protagonista. Il disegno non è molto costante, le tavole non sono sempre eccellenti, ma ha alcuni buoni momenti. Il tratto è molto sottile, talvolta vicino a certi stilemi dello shojo manga. (Valerio Stivé)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio