La grazia e la sofferenza di una geisha: Una Gru infreddolita

"Una Gru infreddolita" di Kazuo Kamimura: un equilibrato racconto del complesso mondo fluttuante delle geishe del 1700.

La grazia e la sofferenza di una geisha: Una Gru infreddolitaTsuru è la giovane apprendista di una okiya, dimora privata in cui vivono diverse geishe e la loro padrona o impresaria. La ragazza è stata venduta dai genitori a causa della loro povertà e non possiede più neppure il suo nome: Tsuru – gru in giapponese – è infatti un soprannome che le è stato dato per la sua abitudine di rimanere in piedi su una gamba sola per riscaldare l’altra.

Con questa felicissima metafora rende la sua protagonista la perfetta interprete dell’ambiente delle geishe, “il mondo fluttuante”, termine coniato nel 1661 dallo scrittore Ryoi Asai e che definiva lo stile di vita sviluppatosi all’interno dei quartieri del piacere; luoghi in cui emerse, verso la seconda metà del 1700, la professione di geisha.

Kamimura ricostruisce la vita quotidiana delle geishe e restituisce al lettore il senso di una vita difficile e ricca di contraddizioni: le regole ferree della loro sfera sociale e le passioni che le animano, l’obbligo innaturale ad una costante eleganza e la grazia spontanea della loro presenza fisica, il retaggio umile e l’ambizione ad una vita migliore, i legami strappati con la famiglia d’origine e il senso di appartenenza alla nuova casa e al destino delle compagne già addestrate, non a caso chiamate sorelle.

L’autore segue l’evoluzione fisica e sentimentale di Tsuru fin da quando è solo una shikomikko (la serva che si occupa di tutte le più umili faccende dell’okiya fino a quando può frequentare le lezioni per diventare maiko, apprendista), e apre degli squarci sul complesso mondo fluttuante, composto da geishe dedite esclusivamente alla prostituzione come da quelle che si sono rese totalmente indipendenti ripagando il debito contratto con l’amministratrice della casa senza essere costrette a concedersi contro la propria volontà.

La grazia e la sofferenza di una geisha: Una Gru infreddolitaSenza smarrire l’innocenza infantile nella sua visione della realtà, e al tempo stesso manifestando una matura capacità di riflessione sulle persone che incontra e sulle loro storie, Tsuru compie il suo destino e riesce a diventare un’importante geisha.

Il passaggio definitivo all’età adulta è contrassegnato dall’affiancamento alla protagonista di una nuova shikomikko, un’apprendista che segue ovunque vada la “sorella maggiore” per apprenderne gli insegnamenti. Gli occhi “a virgola” della shikomikko non hanno però la stessa intensità espressiva né degli altri personaggi né della stessa Tsuru: è il segnale grafico del superamento dell’età infantile e della mentalità della nuova geisha, il cui sguardo non può più valutare allo stesso modo di prima la realtà circostante e la sua natura violenta ma lussureggiante.

Non è un caso che alle linee nette e pulite che segnano i personaggi e le ambientazioni domestiche si oppongano i forti e frastagliati tratti delle scene naturali che sottolineano la durezza di un mondo contrassegnato dalla violenza (spesso di natura sessuale), dalla fame e dal dolore fisico e morale, eppure al tempo stesso fragile e bello.

Il perfetto e delicato equilibrio del mondo fluttuante si coglie nella grazia delle costruzioni di alcune gabbie, in particolare in quella che affida graficamente il flashback dei ricordi di una geisha alle farfalle incluse nella silhouette del suo profilo a rappresentarne i pensieri.

Kazuo Kamimura restituisce così al lettore nella pienezza della sua complessità la ferocia e l’eleganza del mondo delle geishe, caratteristiche legate indissolubilmente l’una con l’altra come il doloroso sforzo e la naturale eleganza della protagonista in equilibrio su una gamba sola.

Abbiamo parlato di:
Una gru infreddolita
Kazuo Kamimura
Traduzione di Paolo La Marca
, 2016
400 pagine, brossurato, b/n – 14,00 €
ISBN: 9788868836115

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio