Julia #193 – Myrna: bloody pulp (Berardi, Mantero, Boraley)

Julia #193 - Myrna: bloody pulp (Berardi, Mantero, Boraley)Con il ritorno di Myrna Harrod sulle pagine di , e regalano ai lettori un episodio decisamente più convincente degli ultimi usciti. Stavolta, a cadere nelle macchinazioni della serial killer è la giovane e spregiudicata editrice di una rivista di cronaca nera, costretta a vestire i panni della vittima.
Pur fedele all’architettura narrativa ormai consolidata della serie, questo albo spicca per una dose di violenza maggiore del solito, e per l’inserimento, inedito in forma così esplicita, di riferimenti al sesso: il ménage à trois che Myrna impone ai suoi ostaggi alza il tasso di erotismo della serie. Ancora una volta Myrna riesce a essere un’entità destabilizzante, padrona di una capacità seduttrice formidabile, della quale sembra essere vittima anche Julia. La psicologia della criminale viene sviluppata, in un albo in cui il confronto tra la serial killer e Julia è tutto a distanza, attraverso una narrazione che passa con scioltezza dall’una all’altra, accostandone le figure senza farle mai incontrare.
L’aspetto investigativo è lasciato in secondo piano, pur se non mancano, anche in questo episodio, i ragionamenti ad alta voce di Julia che esplicitano conclusioni che potrebbero essere lasciate al lettore. Ai disegni, uno Steve Boraley meno ispirato del solito, che stranamente sembra essere più a suo agio con la gestione dei personaggi minori, che con i volti di Julia o della Harrod, spesso raffigurate con un tratto rigido e poco plastico.

 

Abbiamo parlato di:
Julia # 193 – Myrna: bloody pulp
Giancarlo Berardi, Maurizio Mantero, Steve Boraley
, ottobre 2014
130 pagine, brossurato, bianco e nero – 3,70 €
ISBN: 977112717705540191

Julia #193 - Myrna: bloody pulp (Berardi, Mantero, Boraley)

 

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio