Hell blade #1 (Je Tae)

Articolo aggiornato il 03/11/2015

Hell blade #1 (Je Tae)Londra vittoriana. Un ufficiale di polizia intraprende suo malgrado una persona discesa verso la corruzione morale, incrociando così la strada con lo stesso killer su cui stava indagando, il terribile assassino ribattezzato Jack lo Squartatore. Viene così a scoprire una orrori realtà ancora più orribile di quella ufficiale, fatta di orrori nascosti all’uomo comune, che pone le gesta di Jack sotto una luce inaspettata e a suo modo eroica.
Superata una iniziale diffidenza, la rapida caduta negli abissi del poliziotto, il cambio di prospettiva e la crudezza di certe situazioni conferiscono a questo una certa forza evocativa. La ricostruzione storica, nei vestiti e nel look dei personaggi, concede molto alla fantasia e al gusto estetico dei d’azione: un accostamento bizzarro ma, dopo l’iniziale straniamento, non fastidioso. I volti dei personaggi tendono ad assomigliarsi tra loro, ma quando l’autore accentua le espressioni – di follia, di terrore, di dolore – l’effetto è efficace e incisivo.
Da valutare con il secondo volume, per verificare che la storia non prenda binari prevedibili ed eccessivamente stereotipati e senz’anima.

Abbiamo parlato di:
Hell blade #1
Yoo Je Tae
Traduzione di Valentina Traversi
, giugno 2013
178 pagine, brossurato, bianco e nero – 5,90€

 

Hell blade #1 (Je Tae)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio