Haokai Gao immagina “Lo Spazio Bianco”

Haokai Gao immagina “Lo Spazio Bianco”
Cos’è “lo spazio bianco”? Com'è possibile riempirlo? La risposta a queste domande è affidata in questa puntata a Haokai Gao.

Quale concetto migliore per esaltare l’inventiva di un artista? Quale tema più liberamente interpretabile dello spazio bianco può esistere, a parte forse il suo opposto, l’oscurità?

Per questo abbiamo dato vita a uno spazio dove gli autori possano dare forma alle proprie idee e interpretazioni e, allo stesso tempo, a una piccola celebrazione del nostro sito, che intorno al concetto di “spazio bianco” è nato e che vedeva nel contorno vuoto delle vignette un non-luogo “dove i fumetti sono tutti uguali”.

Ospite di questa puntata è Haokai Gao con la sua illustrazione “Whitewatcher”. Buona visione.

Whitewatcher

Tributo a Moebius

Haokai Gao immagina "Lo Spazio Bianco"

Haokai gao

Haokai gao nasce nel 1993 in Cina per poi trasferirsi in Italia all’età di 7 anni dove da lì in poi vivrà. Alle superiori studia l’artistico dove si imbatte nell’Arzak di Moebius, un tripudio di potenza visiva che lo fa innamorare dell’arte sequenziale: il fumetto. Tuttavia dopo il liceo sceglie di studiare all’accademia di Brera il corso di Scenografia per poi passare a Pittura, insoddisfatto di entrambi i corsi decide, infine, di iscriversi alla Scuola del fumetto di Milano dove tutt’ora frequenta l’ultimo anno.

Haokai Gao immagina "Lo Spazio Bianco"

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio