La guerra della Pampa e altre storie coloniali (Breccia)

Cinque storie del grande Enrique Breccia dal punto di vista di chi ha perso tutto: guerra, casa, patria e dignità.

La guerra della Pampa e altre storie coloniali (Breccia) è un maestro dell’historieta, figlio di un genio (il grandissimo Alberto Breccia) dalla cui ombra ha saputo discostarsi adottando uno stile completamente diverso, del tutto personale e peculiare. In questo volume sono raccolte cinque storie giovanili, realizzate fra il 1972 e il 1976, in cui Breccia ha già raggiunto un’alta maturità artistica, con un segno essenziale di grande vigore espressivo. Poche pennellate, spesso stagliate su sfondi bianchi contrastanti, rendono alla perfezione le plumbee atmosfere delle storie di sconfitti. I soggetti riguardano un periodo storico che abbraccia circa un secolo e mezzo, dalla guerra di conquista contro gli indios dell’inizio dell’Ottocento, passando per la rivoluzione mesicana, arrivando alla guerra d’Algeria degli anni cinquanta. La grandezza di queste opere è anche nella capacità narrativa nel rendere le emozioni, la sofferenza, i patimenti di chi queste guerre le ha perse, per non dire subite.
Sono, in questo senso, “ordinarie” storie di sconfitti quelle che ci vengono presentate, ma assolutamente non banali grazie alla crudezza, senza eccessi gratuiti, con cui viene rappresentata la violenza dei vincitori nel sottomettere: di particolare pregio una scena di stupro in cui, senza quasi mostrare nulla, si avverte un brivido per la povera donna che subisce l’abuso. Ottima la cura editoriale di , che ripresenta opere pregiate, meno note rispetto ad altri lavori dell’autore ma altamente significative.

Abbiamo parlato di:
La guerra della Pampa e altre storie coloniali
Enrique Breccia
Traduzione di 001 Media Company & Service srl, Laura Gaspa
001 Edizioni, 2015
48 pagine, brossurato, bianco e nero – 9,90 €
ISBN: 978-8897846611

La guerra della Pampa e altre storie coloniali (Breccia)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio