Giovani Titani: Terra Uno, Lemire e i nuovi lettori

Se cercate il fumetto che possa introdurre un preadolescente ai supereroi, "Giovani Titani Terra Uno" di Jeff Lemire potrebbe fare al caso vostro.

C’erano una volta dei ragazzi che andavano a scuola, si prendevano delle cotte per i compagni di classe, litigavano con i genitori e… insomma, facevano tutte quelle cose che ogni ragazzo fa. Poi un giorno…“.

Giovani Titani: Terra Uno, Lemire e i nuovi lettoriAvrebbe potuto benissimo iniziare così Giovani Titani – Terra Uno (, testi di entrambi i volumi; per il primo matite e colori, Rachel Dodson e Cam Smith chine, Brad Anderson colori; per il secondo Andy MacDonald disegni, Brad Anderson e Allen Passalaqua colori): Lemire racconta infatti una fiaba nella quale degli adolescenti vivono la frantumazione delle loro vite e si ritrovano a poter contare solo gli uni sugli altri per sopravvivere e cercare di costruire nuove esistenze e nuove identità.

Le vite precedenti sono irrimediabilmente perdute. Scorrevano in maniera più o meno confortevole, ma comunque in un territorio, se non conosciuto, sicuramente ordinario. Tara accusava la madre di aver fatto fuggire il padre; Vic sentiva la propria come del tutto anaffettiva; Garfield, preadolescente, si trovava nel mondo dei “ragazzi grandi”, perché aveva accettato di saltare un paio di classi. I loro giorni non erano semplici, talvolta portavano dolore, ma sempre all’interno della variabilità delle vicende umane.

La scoperta che ogni singolo legame ed elemento della loro quotidianità è falso li catapulta in un territorio sconosciuto e ostile, dove sono considerati dei meri strumenti per l’altrui ambizione, poco più che macchine senzienti e cavie sperimentali.

Teen Titans: benvenuti nel mondo dei supereroi!

Giovani Titani: Terra Uno, Lemire e i nuovi lettori
Le componenti fondamentali dell’adolescenza alla ricerca di sé: il romance… Giovani Titani Terra Uno, vol. 2, pag. 23.

Tralasciando il franchising di riferimento, il racconto di Lemire ha ovvi aspetti metaforici: la catastrofe che attraversano i personaggi rimanda alla crisi dell’adolescenza, alla scoperta e ricerca di un sé come espressione del proprio spirito, contrapposte al rischio di ridursi a proiezione del mondo adulto. Tuttavia, su questo livello non offre né spunti fertili né osservazioni spiazzanti per un frequentatore del genere.
Per quanto il tema della ricostruzione della propria identità sia sicuramente centrale nella poetica di Lemire, in questo caso siamo di fronte a un racconto che offre più soddisfazioni sul livello narrativo (un equilibrio efficace fra azione, ritmo, dialoghi calibrati che caratterizzano i personaggi ed enfasi usata con parsimonia) che su quello della riflessione.

Forte è la tentazione è di vedere Giovani Titani – Terra Uno come la versione mainstream di Plutona, ma questa prospettiva perde il punto centrale dell’opera. La differenza più interessante che emerge dal confronto fra i due racconti, infatti, è che sono rivolti a due lettori ben distinti. Per età e competenze.

Se il lettore ideale di Plutona è un frequentatore di fumetto, che si muove con disinvoltura fuori e dentro il mainstream, fra supereroico e non, quello di Giovani Titani – Terra Uno è il (pre)adolescente con scarsa o addirittura nessuna confidenza nel fumetto supereroico.
E il cuore del progetto Giovani Titani – Terra Uno è proprio questo: attrarre al supereroico nuovi giovanissimi lettori.

Cercare in queste pagine le sfide e il trattamento che Lemire ha affrontato/affronta in Sweet Tooth, Royal City, Animal Man è predisporsi all’equivoco e in questa prospettiva resta, come accennato, giusto il piacere di un racconto costruito e sviluppato con abilità, che riesce a mettere in scena un gran numero di personaggi interessanti mantenendo sempre il controllo di ogni elemento, ma che resta all’interno di formule consolidate.
Per un giovane lettore (diciamo scuola media primaria), invece, che magari di supereroico conosca giusto i televisivi Teen Titans Go – che fosse la versione più avventurosa o quella comico/parodistica – può essere la scoperta che nell’universo supereroico ci sono storie che parlano di lui e della sua vita di tutti i giorni. Con i suoi problemi quotidiani con genitori, amici e nuovi arrivi nel suo mondo che ne turbano o addirittura sconvolgono l’equilibrio.

Il potere dell’immagine

Giovani Titani: Terra Uno, Lemire e i nuovi lettori
… e lo scontro. Giovani Titani Terra Uno, vol. 2, pag.53.

Se ci limitiamo a osservare i due volumi di Giovani Titani – Terra Uno, l’impressione è quella di atmosfere e maturità del racconto così diverse da supporre due diversi lettori di riferimento.
Le linee tondeggianti del primo, gli occhioni e una certa qual (perdonatemi) “disneicità” della definizione generale di corpi e volumi insinuano una sensazione di infantilizzazione e un’attesa di emozioni morbide, tutte giocate sulla superficie di corpi e volti. Nel secondo volume, i tratti più spigolosi, certo più tipici del genere, riportano tutto nel tono ordinario, e annunciano maggior drammaticità di intreccio ed emozioni anche dolorose.
Niente di più sbagliato.

La narrazione mantiene le stesse tonalità lungo tutta l’opera e a farle da costante sostegno visuale è l’omogeneità della dominante cromatica spostata verso toni cupi.
Nell’ottica proposta di aggancio di giovanissimi nuovi lettori, i due stili sono probabilmente funzionali, perché puntano alla massima leggibilità, lavorando su una possibile affinità con altri prodotti, televisivi ancor prima che fumettistici. Resta la curiosità (e qui scadiamo ovviamente nella sensibilità individuale) sull’impatto che uno stile (grafico) meno morbido avrebbe dato al racconto e ai personaggi.

In definitiva: Giovani Titani – Terra Uno potrebbe deludere gli appassionati di Lemire, ma è un’ottima introduzione per giovani lettori al mondo dei supereroi.

Abbiamo parlato di:
Giovani Titani – Terra Uno: Voll. 1, 2
Jeff Lemire, Terry Dodson, Rachel Dodson , Cam Smith, Brad Anderson, Andy MacDonald, Allen Passalaqua
Traduzione di Salvatore Cervasio
RW – Lion, 2015-2017
144 pagine, colori, rilegato – 16,95 € (vol. 1)
144 pagine, colori, rilegato – 13,95 € (vol. 2)
ISBN: 9788868735975(vol. 1)
9788893516112 (vol. 2)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio