Io e Giacomo Leopardi/Kurt Cobain cherie

Articolo aggiornato il 11/11/2015

di Saverio Montella
Passenger Press, 2008 – 56 pagg. col. bros. – 10,00euro
, nell’introduzione al volume, paragona Montella a uno dei nomi “intoccabili” del fumetto italiano, : i motivi risiedono nella “meraviglia e vacuità”, e nella “discontinuità narrativa” che il giovane autore evidenzia in queste storie. Igor Tuveri è un autore di livello internazionale e un editore tra i più apprezzati con Coconino, e forse basterebbero queste sue parole per parlare di questo albo. Nelle due storie qui raccolte in forma di “spit book”, la trama appare secondaria di fronte al libero narrare: con Io e Giacomo Leopardi in particolare siamo al surreale puro, con il giovane autore che dialoga in versi e aforismi con la visione onirica del poeta. Il talento di Montella emerge chiaramente, assieme alla sua necessità di raccontare senza fermarsi a schemi precostruiti; come coltiverà le sue capacità è lo scoglio più grosso che dovrà superare per poter lasciare un segno come autore, per poter esprimere tutte le potenzialità che qui emergono. (Ettore Gabrielli)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio