Franco Busatta a “Le strade del paesaggio”: Gipi potrebbe disegnare Dylan Dog

Nella la prima giornata del Festival del fumetto "Le Strade del Paesaggio", che si tiene dall’8 novembre al 1 dicembre 2013 nella città di Cosenza, è emersa una indiscrezione incredibile....
Articolo aggiornato il 04/07/2015

Nella la prima giornata del Festival del fumetto “Le strade del paesaggio“, che si tiene dall’8 novembre al 1 dicembre 2013 nella città di Cosenza, è emersa una indiscrezione incredibile.

Durante l’incontro con i visitatori della retrospettiva su inaugurata proprio in apertura del Festival e curata da Raffaele De Falco, , nuovo coordinatore editoriale della testata di Dylan Dog, edita dalla , ha dichiarato che ci sarebbe il desiderio e forse la possibilità di vedere all’opera sull’indagatore dell’incubo, nell’ambito di un Dylan Dog color Fest o in un progetto speciale al di fuori della testata regolare. Una notizia che, se confermata, avvicinerebbe ulteriormente il fumetto d’autore a quello popolare.

Franco Busatta a "Le strade del paesaggio": Gipi potrebbe disegnare Dylan Dog

www.lestradedelpaesaggio.com

4 Commenti

4 Comments

  1. Salvatore Privitera

    11 novembre 2013 a 16:35

    Notizia interessante, peccato che ancora ci ostiniamo a crogiolarci con l’inutile distinzione tra fumetto d’autore e fumetto popolare, segno che la lezione e le parole di Sergio Bonelli non sono mai state ascoltate….

    • Michele Garofoli

      Michele Garofoli

      13 novembre 2013 a 11:06

      Non è un crogiolarsi in una distinzione inutile. E’ una situazione che esiste ed è ancora radicata in molti autori, che considerano il fumetto cosiddetto “popolare” su un livello diverso da quello d’autore. Che questo confine si sia indebolito è un dato di fatto, ma è un processo tutt’ora in corso e in fase di metabolizzazione.Che autori dalla forte vena autoriale come Gipi iniziano ora a mostrare un interesse verso i personaggi seriali non può che confermare questa tendenza. Tengo a precisare che l’uso del termine “popolare” non è da me inteso come dispregiativo (io stesso ne sono un fan), ma un approccio differente di pensare e intendere il fumetto da quello d’autore.

  2. Andy

    29 novembre 2013 a 16:15

    Ma che discorsi fate? Neanche nel forum di zagor si leggono sciocchezze simili!
    Adesso che Gipi disegnerà dylan dog il confine tra fumetto popolare e d’autore si indebolirà? Gipi disegnerà ( e magari scriverà) dd ma questo non significa nulla perchè Ambrosini e Stano hanno fatto lo stesso. Gipi sarà una firma “d’autore” come lo era stato Kubert per tex. Ma finisce li.
    Piuttosto, diciamo che c’è la crisi e un autore deve abbassarsi anche a scrivere la solita robetta (non lo biasimo mica, l’itaGlia sta affondando precipitosamente e bisogna pure mangiare)
    Resta il fatto che recchioni col cavolo che pubblicizzava il nuovo di Gipi se non avesse saputo che Pacinotti avrebbe fatto dd.

    Saluti

    • la redazione

      la redazione

      29 novembre 2013 a 20:48

      Il fatto che all’ipotesi Gipi siano seguite le presenze confermate di Akab e Ausonia indica che una idea di un avvicinamento ad autori tutt’altro che facilmente associabili al fumetto popolare (non in senso dispregiativo, ma per intendere un diverso metodo di distribuzione, quindi di mercato e pubblico) c’è eccome. Non sarà il primo, e speriamo non l’ultimo. Ma se finora figure come Bacilieri rappresentano l’eccezione (meritevole) che conferma la regola, l’idea che diventi un qualcosa di più di questo non è peregrina. Tra l’altro su un personaggio che permette anche narrativamente di spaziare e variare, ben più del Texone dove il fulcro del cambiamento è il disegno, a fronte di un impianto classico e codificato.
      Quanto a Recchioni, era da tempo che dopo una “antipatia preconcetta” verso Gipi, ne aveva riconosciuta la bravura come fumettista: Dylan sembra più la conseguenza che la causa.

      Infine: ma che vi ha fatto di male il forum di Zagor?

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio