Flop al Box Office USA per Valerian

La pellicola diretta da Luc Besson va male al Box Office USA e ancora peggio in quello internazionale.

Uscito venerdì in oltre 3500 sale americane, ha esordito in maniera disastrosa incassando nei suoi primi tre giorni di programmazione 17 milioni di dollari.

Il lungometraggio con protagonisti e , secondo Deadline, ha attratto una fascia demografica di spettatori composta dal 63% di uomini, di cui il 40% sotto l’età dei 25 anni. L’adattamento cinematografico del famoso fumetto francese, distribuito negli USA da STX, era da settimane sui radar degli analisti per un possibile e pesante flop al botteghino americano, per tutta una serie di ragioni che vi abbiamo elencato nelle ultime settimane.

La pellicola, che secondo le indiscrezioni degli ultimi giorni avrebbe un budget di 205 milioni rispetto invece ai 180 milioni vociferati fino a qualche settimana fa, vedrebbe la ragione principale del suo flop nella scelta del mese di luglio come data di uscita, una decisione operata ben due anni fa da Besson e dalla sua EuropaCorp, e mai modificata nonostante gli annunci riguardanti le uscite in contemporanea di altri film con una maggiore attrattiva quali The War – Il pianeta delle scimmie, Spider-Man Homecoming e Dunkirk di Christopher Nolan, che ha di fatto vinto il weekend.

Il film di Besson punta ora ai mercati stranieri, unica speranza di una qualche riuscita. Valerian e la città dei mille pianeti ha incassato però soltanto 6.5 milioni dall’uscita in 16 paesi, con la Germania come il paese più importante dove la pelicola ha debuttato con 2.9 milioni di dollari e il secondo posto dietro Cattivissimo Me 3, portandosi a un incasso complessivo di 23.5 milioni.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio