Voglio fare fumetti

Cosa serve per diventare un fumettista?  Il titolo di questo blog vi suggerisce due indicazioni.

Tutti i professionisti che ho incontrato negli ultimi anni concordano su un unico fatto riassumibile nelle parole enunciate da Moreno Burattini durante un recente incontro:  secondo lo sceneggiatore di Zagor il segreto per fare questo lavoro è tenere il c*** attaccato alla sedia.

Perciò, se il vostro sogno è quello di scrivere e disegnare fumetti, procuratevi una sedia comoda perché su quella sedia passerete d’ora in poi la maggior parte delle vostre giornate.

Sulla vostra nuova, confortevole seduta dovrete passare ore a scrivere o a disegnare ma ricordatevi di alzarvi nel momento in cui dovrete ricorrere a secondo suggerimento.

Cos’è la faccia tosta? Certo non invadenza, né maleducazione, piuttosto la capacità di interagire senza timidezza con il mondo del fumetto.

Partecipate alle fiere agli incontri organizzati da librerie e fumetterie, andate alle presentazioni, partecipate a concorsi.

I corsi di fumetto sono molto utili e interessanti  ma difficilmente vi insegnano come sfruttare ogni occasione possibile per parlare – senza arroganza – con chi lavora già nel campo del fumetto.

Non abbiate paura di chiedere consiglio agli autori e agli editori, difficilmente vi si negherà un parere, inoltre, vi farete conoscere e diventerete familiari e imparerete ad accettare le critiche, poi tornate a casa e posate nuovamente le terga sulla comoda sedia da fumettista.

Nei prossimi articoli vi saranno interviste con i professionisti del settore insegnanti e studenti nelle quali cercherò di farmi rivelare i segreti per diventare dei bravi professionisti e vivere facendo fumetti.