Topolino (personaggio)

Creato nel 1928 da Walt Disney e Ub Iwerks, Topolino esordisce il 18 novembre di quell’anno con il cortometraggio Steamboat Willie. Nelle prime apparizioni cinematografiche il personaggio si caratterizza come il tipico scavezzacollo alla Erroll Flinn, mentre sulle strisce a fumetti che apparivano suoi quotidiani la caratterizzazione è più complessa sin dalle prime apparizioni. Proprio sulle daily strips esordisce quello che viene considerato il terzo padre di Topolino, Floyd Gottfredson, che rende il personaggio sempre più realistico, radicandolo saldamente nella società statunitense. Il suo Topolino, attraversando le epoche, ha rappresentato ora l’avventuriero, ora l’eroe di guerra, ora il detective, ora il semplice americano medio in una caratterizzazione tridimensionale che è stata presa come ispirazione da diversi autori successivi, primo fra tutti Romano Scarpa, seguito tra gli altri da Silvano Mezzavilla, Tito Faraci e Casty, che continuano ancora oggi a raccontarne le avventure.
Topolino ha comunque continuato parallelamente la sua carriera nell’animazione: si ricordano le sue apparizioni al cinema in opere come Il canto di Natale di Topolino, Il principe e il povero, Il cervello in fuga e Tutti in scena, per mano dei Walt Disney Animation Studios, anche se la sua presenza è soprattutto in ambito televisivo (con le serie Mickey Mouseworks, Disney’s House of Mouse e la recente serie di cortometraggi intitolata semplicemente Mickey Mouse, con la direzione creativa di Paul Rudish).

ALTRI ARTICOLI
Inizio