Dylan Dog #278 – Discesa nell’abisso

Articolo aggiornato il 02/12/2015

di e Alessandro Poli
, ott. 2009 – 96 pagg. b/n bros. – 2,70euro
L’ultimo numero di Dylan Dog può essere paragonato a un morso con dei denti da latte. Il morso, sicuro, forte e incisivo lo mettono a segno le bellissime tavole di Alessandro Poli. I denti da latte purtroppo sono quelli dello sceneggiatore Pasquale Ruju. La storia, che parte da uno spunto che sa di già visto e che non viene particolarmente rielaborato, non riesce mai a catturare fino in fondo l’attenzione di chi legge e non provoca mai vere emozioni. Un peccato visto che Ruju non è certo un principiante e che in passato ha scritto alcune storie davvero pregevoli. Di tutt’altra qualità sono i disegni di Poli. Il disegnatore bolognese, qui all’opera sul suo primo albo per la Bonelli (ma già conosciuto per aver realizzato tutte le copertine della miniserie “Demian”), mostra tutto il suo talento nel caratterizzare una storia delle atmosfere claustrofobiche che in gran parte si svolge su di un pianerottolo o nella cabina di un ascensore. Un albo leggero, privo di grandi colpi di scena, da leggere con attenzione gustandosi ogni tavola come fosse un regalo da parte di un disegnatore che, famoso per la sua meticolosità, probabilmente non si rivedrà molto presto.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio