Divinity (Kindt, Hairsine)

Matt Kindt e Trevor Hairsine riscrivono la corsa allo spazio introducendo una variabile inaspettata: un nuovo dio comunista

Divinity (Kindt, Hairsine)L’universo Valiant continua a espandersi oltre i limiti del pianeta Terra. , autore delle testate principali dell’editore, racconta in questo volume autoconclusivo una storia che mette a confronto i membri del gruppo Unity con la loro concezione di “divino“.
Abram Adams è il protagonista dell’albo, orfano di colore nella Russia della Guerra Fredda, scelta narrativa eloquente se rapportata alle storiche tensioni razziali statunitensi. È solo al mondo e ama la scienza: è perfetto per gli esperimenti della Madrepatria. La narrazione di Kindt accompagna il lettore attraverso le sue scelte e i suoi dubbi senza pesare sul ritmo, mentre i disegni di offrono una rappresentazione dettagliata e dalla forte impronta stilistica che si adatta sia alle sequenze più intime, sia alle scene d’azione più concitate.
Il colore predominante scelto da David Baron è il viola, più scuro nei momenti emotivi e brillante per delineare paesaggi rigogliosi, ma alieni. Abram è un ricettacolo di simbolismi: umano, alieno, divino, nemico, amante, distruttore, salvatore. Le sue parole, i suoi movimenti, il suo effetto sull’ambiente che lo circonda e le reazioni che provoca negli altri personaggi con cui interagisce suggeriscono ognuna di quelle tematiche senza farle pesare pretenziosamente sul lettore.
Divinity esplora alcuni elementi classici del fumetto , dando un’interpretazione originale che riconferma Valiant come un’alternativa di qualità ai fumetti mainstream.

Abbiamo parlato di:
Divinity
Matt Kindt, Trevor Hairsine, Ryan Winn, David Baron
Traduzione di Fiorenzo Delle Rupi – Arancia Studio
Edizioni , settembre 2016
128 pagine, brossurato, colori – 8,90 €
ISBN: 9788822601032

Divinity (Kindt, Hairsine)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio