E’ disponibile “Il Grande Sgarbo” di Stefano Cardoselli

Il 19 gennaio scorso è arrivato in libreria il primo volume della nuova collana di editrice Effequ, una collana dedicata alle graphic novel.

Comunicato Stampa

Il 19 gennaio scorso è arrivato in libreria il primo volume della nuova collana di editrice Effequ, una collana interamente dedicata alle graphic novel.

Il lavoro di Effequ, piccola casa editrice grossetana attiva da vent’anni, sulla narrativa è ampiamente consolidato, così come quello sulla saggistica: forse è anche per questo che sono nati gli Illustri. Come suggerisce il nome, si tratta di una collana grafica, diretta da .

La prima uscita, in libreria dal 19/01/2017 sarà “Il Grande Sgarbo”, disegnato dallo stesso Stefano Cardoselli. A seguire, Inferno 1861, illustrato da Daniele Marotta (Superzelda).

E' disponibile "Il Grande Sgarbo" di Stefano Cardoselli

La storia segue e reinventa le sorti del Risorgimento Italiano: avete presente Garibaldi? Ferito a una gamba, muore qualche pagina dopo. E allora che succede? Allora succede che, come nelle migliori distopie, l’Italia non è mai stata unita… Con uno stile che unisce sapientemente poesia e ultraviolenza, Cardoselli ci regala un novel profondamente contemporaneo, innovativo, decisamente da leggere.

Chi è Stefano Cardoselli? Grossetano, da anni collaboratore fisso di Heavy Metal magazine, controparte americana di Métal Hurlant; fin dagli esordi nel 1999 collabora con realtà indie del fumetto americano, oltre ad aver prestato la sua arte a 2000AD e a case editrici quali Simon and Shuster, Antartic Press, Dark Slingers Comics, Bluewater Comics, Arden Ent e Atlas Comics.
Nel 2013, grazie alla BookMakers Comics, ha fatto il suo ritorno sul mercato italiano con il volume Love me like a Psycho Robots, seguito dall’antologia che ha raccolto alcune delle storie da lui pubblicate su Heavy Metal Magazine.
Lavora attivamente su Rolling Stone, Time Magazine e considerato dal Corriere della sera come facente parte della corrente artista/letteraria nata metà anni 90 “La generazione Pulp”. Per Effequ ha già lavorato con Perceval, racconto distopico a fumetti che corredava il saggio sull’ambiente L’ecosistema non è acqua.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio