Dago e Umberto Eco tornano ad “incontrarsi”, questa volta a colori

“Umberto” è il nuovo omaggio che la casa editrice Uchronia dedica con la consueta qualità a Dago, il personaggio creato da Robin Wood e Alberto Salinas. La storia viene riproposta...
Articolo aggiornato il 20/02/2016

Nel 2006 nelle edicole italiane avvenne un incontro molto particolare tra e , l’avventuriero protagonista dell’omonima serie nata dalla penna di e dalla fantasia grafica di Alberto Salinas.Dago e Umberto Eco tornano ad “incontrarsi”, questa volta a colori

Certo l’autore de Il Nome della Rosa quando era alle prese con le indagini del suo Guglielmo da Baskerville non si sarebbe mai immaginato di diventare un giorno egli stesso il personaggio di un racconto a sfondo storico. Eppure è quanto successo grazie ad un’idea di Wood che con la collaborazione di come disegnatore, ha realizzato “Umberto” un’avventura di 84 tavole pubblicata a puntate sul settimanale antologico Lanciostory dalla Eura Editoriale e in seguito ristampata all’interno della collana monografica Dago Ristampa nel 2009.

Chi è Dago? Conosciuto come “Il Giannizzero Nero” o “Cesare Renzi il rinnegato di Venezia”, è un ex-nobile veneziano fatto schiavo dai Turchi in gioventù che ha riguadagnato la libertà mostrando il suo valore in mille imprese, facendosi amici e nemici tra re e potenti. I suoi viaggi spaziano dall’Africa all’Europa rinascimentale, financo in America, sempre affrontando feroci avversari o vivendo amori con bellissime donne. Un anti-eroe in grado di regalare momenti epici ma anche di grande umanità tra i cui estimatori c’è proprio Eco che, pur tenendo conto del carattere popolare e non erudito della serie, ha dichiarato di apprezzarne la capacità di amalgamare realtà storica e romanzo.

Uchronia ha recentemente riproposto “Umberto” in un volume cartonato a colori. Un’edizione definitiva dove gli autori hanno apportato leggere migliorie a testi e disegni, curata attentamente dall’editore Fabio Romiti.Dago e Umberto Eco tornano ad “incontrarsi”, questa volta a colori
Si tratta della sesta pubblicazione che la casa editrice svizzera dedica a Dago, la seconda quest’anno dopo l’uscita in Estate dell’altrettanto valido Notre-Dame de Lausanne.

Dal punto di vista della continuity i fatti narrati in Umberto si svolgono prima di quelli di Lausanne e riguardano l’indagine che insieme conducono Dago e uno scrittore girovago uguale ad Eco nell’aspetto e un po’ anche nel carattere. Un alter-Eco usando un gioco di parole. I due, dopo aver incrociato le loro strade per caso, si scoprono simili sia nell’apprezzare le bellezze del mondo che nel comprendere le miserie umane. Un letterato e un guerriero accomunati da un medesimo spirito e diciamolo, dalla medesima testardaggine.
Seguendo le orme di un mistero giungono in un villaggio immerso in uno strano silenzio che può essere spezzato solo svelando il segreto celato dai suoi abitanti.

Impeccabile come al solito Gomez: un maestro da anni a proprio agio con le ambientazioni medioevali, siano esse campagne soleggiate o tenebrosi castelli, senza dimenticare la grande espressività che riesce a conferire ai personaggi. Il suo lavoro è esaltato dalla colorazione eseguita da Edgar Arce in passato già visto all’opera per Wood, Uchronia e Marvel. Claudio Moreno ha invece colorato la copertina (sempre di Gomez) in cui si evidenziano piacevoli effetti in rilievo mentre i disegni nei risguardi e in quarta di copertina sono di David Tejada.

Nella postfazione intervengono Fabio Romiti e il semiologo Daniele Barbieri. In più c’è la gradita sorpresa delle foto che testimoniano l’incontro, questa volta reale, tra lo scrittore italiano e il “suo autore” argentino.
Un volume consigliato agli estimatori di entrambi.

Abbiamo parlato di:
Dago – Umberto
Robin Wood, Carlos E. Gomez
Uchronia Ed, 2012
100 pagine, cartonato, colore – € 20,00
ISBN: 9788890520945

 

Dago e Umberto Eco tornano ad “incontrarsi”, questa volta a colori

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio