Civil War II #1 (Bendis, Marquez, Ponsor)

Brian Michael Bendis da inizio all'atteso maxi evento Civil War II con alcune morti eccellenti. Ma, per ora, il risultato non convince.

Civil War II #1 (Bendis, Marquez, Ponsor)La scoperta da parte della famiglia reale degli Inumani di Ulysses, giovane ragazzo anch’esso Inumano e capace di prevedere gli avvenimenti futuri, porta gli eroi a uno scontro ideologico. E’ questo l’incipit del primo maxi evento totale che vede coinvolte tutte le testate del “nuovo” Universo Marvel, nonché seguito della famosa Civil War, saga creata da Mark Millar e Steve McNiven.
Le avvisaglie della guerra civile vertono inizialmente sulla diversa visione di Tony Stark e Capitan Marvel sui poteri del nuovo Inumano. È questo l’inizio dell’avventura poco originale e per ora mal sviluppata , scritta da . In un mondo in cui è normale l’esistenza di telepati, maghi supremi e profeti mutanti, fa sorridere che la seconda guerra civile Marvel sia inizialmente innescata da un dibattito sul come e se utilizzare Ulysses per fermare preventivamente crimini e disastri.
I dialoghi retorici e manieristici di un Bendis sottotono ci accompagnano stancamente fino alla conclusione di questo primo albo, dove l’immancabile morte eccellente da il via allo scontro tra le due fazioni. È Fastidioso inoltre rilevare come da tempo Gli Inumani siano al centro di qualsiasi accadimento su molte testate Marvel, il tutto per cercare di suscitare attenzione e successo sulle loro testate.
Buono invece il lavoro ai disegni di David Marquez, autore in costante miglioramento. Il suo segno elegante e raffinato ben tratteggia le emozioni dei protagonisti e le concitate scene di combattimento, grazie anche agli efficaci colori di Justin Ponsor. Sperando nei prossimi, Civil War II per ora esordisce con un primo numero deludente.

Abbiamo Parlato di:
Civil War II #1
Brian Michael Bendis, David Marquez, Justin Ponsor
, 2017
48 pagine, brossurato, colori – 3,00 €
ISSN: 9771124230000

Civil War II #1 (Bendis, Marquez, Ponsor)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio