Celo, manca: l’album delle figurine di Tex

Panini e SBE riportano in edicola, a distanza di oltre trent’anni dal primo, un altro album di figurine che omaggia Tex e il suo western a fumetti.
Celo, manca: l’album delle figurine di Tex
L’album di figurine dedicato a Tex del 1979

Correva l’anno 1979. Era un’altra Italia, con un’altra società civile e con costumi diversi da quelli attuali. Era un altro mondo del fumetto, con numeri diversi, realtà professionali diversi, ma stessi personaggi di oggi (molti o quasi) .
Quanti, come chi scrive, in quell’anno erano già giovani lettori di fumetti – magari appassionati degli allora ancora pochi eroi bonelliani – ricorda che nelle edicole comparve un album di figurine, pubblicato dalla Edyboy in collaborazione con la Bonelli, dedicato a Tex, con in copertina il ranger a cavallo disegnato dal suo autore principe, .

Oggi, a oltre trentacinque anni di distanza tutto è cambiato: il mondo, l’Italia, la società e anche i fumetti. I personaggi – per fortuna – no: molti, o quasi, sono gli stessi.

Anche la SBE è cambiata, soprattutto in questi ultimi tre anni, con un mantra aziendale sempre più forte di diversificare i propri prodotti, di aggiungere qualcosa di più al proprio core business che resta (almeno per ora) il fumetto.

In questa ottica il merchandising diventa uno dei nuovi orizzonti, per attirare nuove fasce d’acquisto ma anche per fare leva sul cuore e il portafoglio di appassionati che oggi viaggiano tra i quaranta e i cinquant’anni.
Ecco dunque arrivare a fine 2015, in partnership con la Panini di Modena – storica ditta produttrice di figurine da anni attiva anche nel mondo dei fumetti – un nuovo album di figurine dedicato al ranger bonelliano.

Celo, manca: l’album delle figurine di TexTex. L’eroe del West, è questo il titolo dell’album nel quale è possibile collezionare e attaccare 96 figurine adesive standard, 24 argentate e 24 con vernice ruvida (leggermente a rilievo) per completare tutte le pagine nelle quali viene raccontata la vita, le storie, gli scenari e i comprimari (amici e nemici) da decenni presenti nell’immaginario dei lettori di Tex.
A queste si aggiungono 36 card in cartoncino con personaggi e copertine famose (da inserire nelle pagine con le tasche trasparenti, come nelle migliori raccolte statunitensi) e la possibilità di scartare nelle bustine 100 disegni originali (su cartoncino) realizzati da 10 disegnatori italiani di Tex (1) .

Il tutto sotto una copertina pittorica che riporta un quadro di Galep raffigurante un Tex a cavallo (rimando/omaggio al primo album?), sovrastato da una scritta che riporta le parole Le grandi raccolte per la gioventù. Di primo acchito, copertina e scritta potrebbero far storcere più di un naso a causa di un certo gusto nel colore pacchiano e un po’ retro, ma a ben vedere la scelta è azzeccata e condivisibile, proprio per mirare a quel pubblico di lettori appassionati ultraquarantenni.

Ma l’album al suo interno regala un’altra sorpresa: una storia firmata da e , da completare inserendo 48 figurine che ne formano parte dei disegni.

Ci è capitato sovente di parlare di fumetti scritti da Mauro Boselli, creatore (con Maurizio Colombo) curatore e sceneggiatore principale della serie Dampyr. Ma, soprattutto, deus ex machina delle testate di Tex, designato dall’editore milanese come il vero successore di Gianluigi Bonelli ai testi delle storie del Ranger, soprattutto dopo l’abbandono delle scene di Claudio Nizzi.
Ogni volta o quasi l’analisi della storia è quasi sempre passata in secondo piano; in primo c’è sempre stato il disegno e il disegnatore (Paolo Bacilieri su Dampyr, Mauro Genzianella su Color Tex, Mario Alberti sul Tex romanzi a fumetti) perché per un motivo o per l’altro si trattava di un autore che spezzava il ritmo della testata con qualcosa di nuovo.

Celo, manca: l’album delle figurine di TexIl fatto, nel caso di Boselli, è che sulle testate dove scrive è ormai da anni il punto di riferimento degli altri autori, in pratica detta il canone ed è padrone dei personaggi e delle storie. Vulcanico (basta vedere la quantità di storie prodotte ogni anno) nella creazione dei soggetti e metodico nella sceneggiatura (con una serie di approcci allo svolgimento del plot ormai caratteristici), l’autore meneghino sta, in questo nuovo millennio, affrontando nuove sfide in un ambito che sembrava cristallizzato al ritmo di una avventura di Tex contenuta i due albi.
Prima le storie brevi sul Color Tex, poi la pagina alla francese del neonato Tex romanzi a fumetti e, nel caso di questo album, arrivando all’estremo di una storia flash di sole dodici tavole.
Tavole disegnate da Alessandro Piccinelli, che definire “della scuola di Claudio Villa” è poco visto il debito che nutre verso il copertinista comasco in termini di stile, e colorate nei canoni della colorazione pre-rivoluzione in casa Bonelli (ovvero con i toni piatti della ristampa Collezione Storica del gruppo Repubblica L’Espresso).

Celo, manca: l’album delle figurine di TexLa trama, in breve, mostra Tex e il suo pard Kit Carson nel bel mezzo di un inseguimento che culmina, al solito, nella soluzione del problema con gli usuali metodi dei ranger. In sintesi la storia racconta di come la cupidigia e la fame di denaro spingano gli uomini ad azioni deprecabili; la lezione, impartita da Tex ai malcapitati delinquenti è che la farina del diavolo, sovente, va in crusca e che presto o tardi si paga il male che si fa.
Oltre all’esercizio di stile di Boselli va segnalata la resa molto pulita e decisamente di impatto delle tavole di Piccinelli, che in un formato più grande del Tex da edicola può soddisfare pienamente anche i palati dei lettori più integralisti che mai cederebbero al cambio di formato e al colore.

A margine, questo tipo di esperimenti sul formato potrebbero essere interessanti per prendere in considerazione l’idea di cambiarlo per i nuovi Magazine (ex Almanacchi) in modo da renderli più rivista e meno fumetto (anche e soprattutto considerando la notevolissima mole di articoli e approfondimenti presenti).

Ma i commenti a questo fumetto (La valle sconosciuta) sono ovviamente pretestuosi visto che l’interessante è l’operazione dell’album di figurine e card.
Perché, per attrarre lettori più giovani che non bazzicano il mondo fumetto, vanno bene e ben vengano i motion comics, le fiction, le serie animate e i film sui personaggi bonelliani.

Ma ogni tanto un po’ di attenzione ai fedeli lettori con già qualche capello bianco in testa male non fa!

Abbiamo parlato di:
Tex. L’eroe del West
Album di figurine contenente la storia:
La valle sconosciuta
Mauro Boselli, Alessandro Piccinelli
Panini, 2015
48 pagine, brossurato, colore, 4,90 € (singolo pacchetto figurine 1,00 €)
ISSN: 89093429


Note:
  1. sul sito della raccolta è possibile, in tempo reale, controllare quanti sono già stati trovati www.texcollezionepanini.it/sketch-card/ 

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio