Lo Spazio Bianco » BreVisioni http://www.lospaziobianco.it Nel cuore del fumetto! Sat, 18 Apr 2015 17:31:01 +0000 it-IT hourly 1 http://wordpress.org/?v=4.1.1 Sons of Anarchy #2 – Vacanza all’inferno (Ed Brisson, Damian Couceiro) http://www.lospaziobianco.it/144037-sons-anarchy-2-vacanza-allinferno-brisson-damian-couceiro http://www.lospaziobianco.it/144037-sons-anarchy-2-vacanza-allinferno-brisson-damian-couceiro#comments Sat, 18 Apr 2015 09:00:35 +0000 http://www.lospaziobianco.it/?p=144037 Scritto da Francesco Sommacampagna, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Sons of Anarchy #2 – Vacanza all’inferno (Ed Brisson, Damian Couceiro)


Svelati i retroscena dell'incarcerazione a Stockton di Jax e compagni. In aggiunta un episodio del passato di Toric. Il fumetto è ai livelli della serie televisiva?


Scritto da Francesco Sommacampagna, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Sons of Anarchy #2 – Vacanza all’inferno (Ed Brisson, Damian Couceiro)

]]>
Scritto da Francesco Sommacampagna, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Sons of Anarchy #2 – Vacanza all’inferno (Ed Brisson, Damian Couceiro)


Sons CoverIspirata dall’Amleto shakespeariano, Sons of Anarchy è una serie tv americana che narra di un gruppo motociclistico in affari con la criminalità. In attesa dell’arrivo in Italia della settima e ultima stagione televisiva, Panini Comics pubblica il secondo volume dell’adattamento a fumetti. Il primo capitolo propone Toric, personaggio che compare a partire dalla quinta stagione, impegnato in un’indagine tra droga e desiderio di vendetta. In linea col carattere del protagonista, il tratto del disegno è grezzo, spesso, le ombre marcate: uno stile che esalta la violenza e lo squallore della vicenda. La sceneggiatura di Ed Brisson prosegue nei successivi tre capitoli, approfondendo gli avvenimenti a cavallo tra il finale della terza e l’inizio della quarta stagione; gran parte dei Sons è incarcerata e la mafia russa è disposta a tutto pur di regolare i conti e rifarsi dell’inganno subìto. Armi, sparatorie, patti tra gang: l’atmosfera tipica di SoA non viene tradita. Le note dolenti arrivano dai disegni di Damian Couceiro; le espressioni dei personaggi, soprattutto femminili, appaiono poco curate e i dettagli non abbondano, si osservino per esempio i veicoli. Pavimento, mura, arredamento, persino il cielo: in carcere il verde è il colore dominante e ne risente il realismo dell’ambientazione. L’opera approfondisce un arco temporale finora scoperto, ma dopo un primo capitolo di buona qualità, pecca sul fronte grafico. Appetibile solo per gli irriducibili del “mietitore”.

 

Abbiamo parlato di :
Sons of Anarchy #2 – Vacanza all’inferno
Ed Brisson, Damian Couceiro
Traduzione di Pier Paolo Ronchetti
Panini Comics, gennaio 2015
96 pagine, brossurato, colori – € 12,00
ISBN: 9788891209627

Sons Fondo


Scritto da Francesco Sommacampagna, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Sons of Anarchy #2 – Vacanza all’inferno (Ed Brisson, Damian Couceiro)

]]>
http://www.lospaziobianco.it/144037-sons-anarchy-2-vacanza-allinferno-brisson-damian-couceiro/feed 0
Hellboy Special: Il circo di mezzanotte (Mike Mignola, Duncan Fregedo) http://www.lospaziobianco.it/144800-hellboy-special-circo-mezzanotte-mike-mignola-duncan-fregedo http://www.lospaziobianco.it/144800-hellboy-special-circo-mezzanotte-mike-mignola-duncan-fregedo#comments Fri, 17 Apr 2015 09:00:26 +0000 http://www.lospaziobianco.it/?p=144800 Scritto da Ettore Gabrielli, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Hellboy Special: Il circo di mezzanotte (Mike Mignola, Duncan Fregedo)


Hellboy di Mike Mignola rende omaggio al Pinocchio di Carlo Collodi con un racconto ambientato durante l'infanzia del personaggio, splendidamente illustrato da Duncan Fregredo.


Scritto da Ettore Gabrielli, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Hellboy Special: Il circo di mezzanotte (Mike Mignola, Duncan Fregedo)

]]>
Scritto da Ettore Gabrielli, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Hellboy Special: Il circo di mezzanotte (Mike Mignola, Duncan Fregedo)


HellboyCirco_COVERIl circo di mezzanotte è un omaggio di Mike Mignola al Pinocchio di Carlo Collodi che si snoda tra il reale e una dimensione magico-fantastica che caratterizza molte delle storie di Hellboy; il protagonista in queste pagine è ancora un bambino, ma già costretto a vivere nascosto tra le pareti del Bureau for Paranormal Research and Defense. Un tipico racconto breve di formazione, con la fuga del ragazzo e l’incontro con il pericolo che lo fa pentire delle sue azioni. Nella sua classicità, è un fumetto divertente, scorrevole e dai toni fiabeschi che si inserisce perfettamente nella mitologia del personaggio.
La storia è sorretta in maniera egregia dalle matite di un ispiratissimo Duncan Fregedo, con la perfetta complicità della colorazione di Dave Stewart. I vari livelli temporali e i diversi piani di realtà che caratterizzano la narrazione vengono assecondati dal cambiamento di stile, passando dal segno particolareggiato e pulito e con una colorazione piatta per il presente reale alla maggiore profondità e colore dei flashback, fino al segno morbido e dalla colorazione in stile pittorico che dona tridimensionalità alle figure per i passaggi più strettamente fantastici.

Pur non rientrando tra le storie più importanti di Hellboy, Il circo di mezzanotte è una storia scritta e disegnata con il cuore e con una cura che si infonde solamente nelle cose più care. E tutto questo al lettore arriva chiaramente.

Abbiamo parlato di:
Hellboy Special: Il circo di mezzanotte
Mike Mignola, Duncan Fregedo
Traduzione di Andrea Antonazzo
Magic Press, 2015
56 pagine, cartonato, colori – 13,00€
ISBN: 9788877597892

 

midnight-circus2

, ,

Scritto da Ettore Gabrielli, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Hellboy Special: Il circo di mezzanotte (Mike Mignola, Duncan Fregedo)

]]>
http://www.lospaziobianco.it/144800-hellboy-special-circo-mezzanotte-mike-mignola-duncan-fregedo/feed 0
Tex #654 – Oro Nero! (Gianfranco Manfredi, Leomacs) http://www.lospaziobianco.it/146714-tex-654-oro-nero-gianfranco-manfredi-leomacs http://www.lospaziobianco.it/146714-tex-654-oro-nero-gianfranco-manfredi-leomacs#comments Thu, 16 Apr 2015 09:00:51 +0000 http://www.lospaziobianco.it/?p=146714 Scritto da Giuseppe Lamola, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Tex #654 – Oro Nero! (Gianfranco Manfredi, Leomacs)


Giunti a Hellsfire, Tex e Carson si imbattono nelle ingiustizie del sindaco Bob Braddock e di suo fratello Jonas, proprietario di vasti impianti petroliferi.


Scritto da Giuseppe Lamola, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Tex #654 – Oro Nero! (Gianfranco Manfredi, Leomacs)

]]>
Scritto da Giuseppe Lamola, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Tex #654 – Oro Nero! (Gianfranco Manfredi, Leomacs)


Tex Oro Nero!Il sindaco di Hellsfire, Bob Braddock, gestisce una vasta area del Texas insieme a suo fratello Jonas, padrone dei pozzi petroliferi di Oil Spring. Tex e Carson vengono incaricati di indagare sulla loro amministrazione dalla dubbia legalità.
I due ranger si muovono sullo sfondo dell’inizio dell’età del petrolio, tra giochi di potere, boomtowns1 e ricchi proprietari allo sbaraglio. Ai testi, Gianfranco Manfredi confeziona una storia avvincente e ben bilanciata, introducendo comprimari interessanti e credibili. Il suo Tex è granitico, ben poco incline ai compromessi e alle mezze misure. Com’è nel suo stile, lo sceneggiatore cura nel dettaglio il contesto storico e l’ambientazione. In questa prima parte della storia, il plot risulta maggiormente lineare rispetto a quelli ideati da autori come Mauro Boselli, senza risentirne come efficacia.
I disegni di Leomacs sono vigorosi e densi di tratteggi. Nelle tavole dialogate, i primi piani su Tex rivelano un gusto classico capace di rievocare i grandi artisti che, nel passato, si sono occupati di rappresentare Aquila della Notte. Sul viso del protagonista, non ci sono troppe sfumature né ombre, rendendo l’inflessibilità caratteriale anche dal punto di vista grafico. Gli altri personaggi sono invece delineati con un ampio tratteggio che scava a fondo i contorni e i tratti dei volti. Le scene d’azione sono invece rese con uno stile più dinamico, impreziosito da una scelta delle inquadrature del tutto contemporanea e cinematografica.

Abbiamo parlato di:
Tex #654 – Oro nero!
Gianfranco Manfredi, Leomacs
Sergio Bonelli Editore, Aprile 2015
114 pagine, brossurato, bianco e nero, € 3,20
ISSN: 977112156100850654

Tex Leomacs


  1. Come spiegato nell’albo, si tratta di “piccole città che spuntano all’improvviso e scompaiono altrettanto in fretta”, in funzione di particolari congiunture economiche. 

, , , ,

Scritto da Giuseppe Lamola, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Tex #654 – Oro Nero! (Gianfranco Manfredi, Leomacs)

]]>
http://www.lospaziobianco.it/146714-tex-654-oro-nero-gianfranco-manfredi-leomacs/feed 0
Le Storie #31 – Il prezzo dell’onore (Fabrizio Accatino, Paolo Bacilieri) http://www.lospaziobianco.it/147072-storie-31-prezzo-dellonore-fabrizio-accatino-paolo-bacilieri http://www.lospaziobianco.it/147072-storie-31-prezzo-dellonore-fabrizio-accatino-paolo-bacilieri#comments Wed, 15 Apr 2015 09:00:51 +0000 http://www.lospaziobianco.it/?p=147072 Scritto da Simone Cilli, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Le Storie #31 – Il prezzo dell’onore (Fabrizio Accatino, Paolo Bacilieri)


Accatino e Bacilieri firmano una classica storia western, pregna di azione e colpi di scena, che risulta uno degli albi più piacevoli pubblicati sulla testata.


Scritto da Simone Cilli, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Le Storie #31 – Il prezzo dell’onore (Fabrizio Accatino, Paolo Bacilieri)

]]>
Scritto da Simone Cilli, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Le Storie #31 – Il prezzo dell’onore (Fabrizio Accatino, Paolo Bacilieri)


5b0HM=--Sceriffi corrotti, spietate giacche blu che violentano, derubano e uccidono a sangue freddo i pellerossa, misteri e tradizioni locali legate a Cristoforo Colombo, cavalli al galoppo e praterie arse da un sole cocente all’ombra di enormi rocce; sullo sfondo il grande cuore della cittadina di El Cantito.
Fabrizio Accatino confeziona un western duro e puro dall’impostazione classica, che utilizza sapientemente tutti i cliché del genere. Nonostante questo, “Il prezzo dell’onore” ha una sua personale anima, un ritmo coinvolgente e una lezione da insegnare: nel vecchio west è sempre il più dissoluto a scamparla. A questi momenti carichi di colpi di scena e violenza, fanno da contraltare alcune scene grottesche di Iacovittiana memoria.
I disegni di Paolo Bacilieri sono però il vero valore aggiunto dell’albo: se alla storia si può rimproverare un’impostazione forse non troppo originale, la matita dell’artista veronese è in grado di ricreare atmosfere che invogliano alla lettura e all’immedesimazione: una vera goduria per il lettore.
Il suo tratto morbido si fa leggermente più ruvido per l’occasione, e i suoi peculiari “graffi” paralleli, che fungono da ombre nelle tavole, rievocano il Tex di Magnus; peraltro il character design dei due protagonisti sembra ammiccare ai personaggi di Bob Rock e Alan Ford, creati dallo stesso Magnus in coppia con Bunker.
Salta inoltre all’occhio il sapiente utilizzo delle inquadrature utilizzate da Bacilieri, con un ampio ricorso al primissimo piano, tipico dello spaghetti western, sfruttato per mettere in risalto i volti e i dettagli, e per creare suspense.

Abbiamo parlato di:
Le Storie #31 – Il prezzo dell’onore
Fabrizio Accatino, Paolo Bacilieri
Sergio Bonelli Editore, aprile 2015
114 pagine, brossurato, bianco e nero – 3,80 €
ISBN: 9772281008006


Senza titolo-2

, , ,

Scritto da Simone Cilli, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Le Storie #31 – Il prezzo dell’onore (Fabrizio Accatino, Paolo Bacilieri)

]]>
http://www.lospaziobianco.it/147072-storie-31-prezzo-dellonore-fabrizio-accatino-paolo-bacilieri/feed 1
Dampyr #181 – La lunga notte dell’odio (Porretto, Mericone, Genzianella) http://www.lospaziobianco.it/146535-dampyr-181-lunga-notte-dellodio-porretto-mericone-genzianella http://www.lospaziobianco.it/146535-dampyr-181-lunga-notte-dellodio-porretto-mericone-genzianella#comments Tue, 14 Apr 2015 09:00:38 +0000 http://www.lospaziobianco.it/?p=146535 Scritto da David Padovani, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Dampyr #181 – La lunga notte dell’odio (Porretto, Mericone, Genzianella)


Dampyr festeggia i quindici anni di vita editoriale facendo esordire sulle serie due nuove sceneggiatrici.


Scritto da David Padovani, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Dampyr #181 – La lunga notte dell’odio (Porretto, Mericone, Genzianella)

]]>
Scritto da David Padovani, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Dampyr #181 – La lunga notte dell’odio (Porretto, Mericone, Genzianella)


D181_coverNel numero che celebra i quindici anni di vita della testata, le due neo sceneggiatrici  Rita Porretto e Silvia Mericone portano Harlan nella cittadina di Winter in Iowa, per un nuovo confronto con un demone ramingo della Dimensione Oscura (già visto nel #116) che ha la capacità di enfatizzare la malvagità presente in ogni animo umano. La coppia di autrici, partendo da crudeltà e meschinità reali e quotidiane, qui amplificate nel soprannaturale tipico di Dampyr, ha il merito di trasmettere al lettore l’angoscia e la paura di atmosfere horror e da incubo dosate con sapienza. Tuttavia la narrazione scivola troppo repentinamente verso il finale, tipico e poco incisivo, tralasciando di approfondire alcuni aspetti importanti della storia, come la vicenda passata di cui quello che leggiamo è l’epilogo, e trattando comprimari importanti quali la “strega” Cathy e l’Amesha Anyel più come meri meccanismi narrativi che come personaggi psicologicamente definiti.

Una conferma arriva invece dai disegni di Nicola Genzianella, il cui stile ricco di tratteggi e giochi d’ombre di toppiana memoria è uno di quelli che attualmente meglio incarnano le atmosfere opprimenti e orrorifiche della serie. In alcune tavole il disegnatore richiama molto la cifra di un altro maestro come Corrado Roi, restando comunque assolutamente originale e capace di restituire con efficacia gli stati d’animo dei protagonisti e l’ambientazione cupa e angosciante della storia.

Abbiamo parlato di:
Dampyr #181 – La lunga notte dell’odio
Rita Porretto, Silvia Mericone, Nicola Genzianella
Sergio Bonelli Editore, Aprile 2015
98 pagine, brossurato, bianco e nero, 3,20 €
ISSN: 977159000200250181

D181_01

, , ,

Scritto da David Padovani, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Dampyr #181 – La lunga notte dell’odio (Porretto, Mericone, Genzianella)

]]>
http://www.lospaziobianco.it/146535-dampyr-181-lunga-notte-dellodio-porretto-mericone-genzianella/feed 0
Ringo #7 – “Bambini Contro” (Luca Vanzella, Luca Genovese) http://www.lospaziobianco.it/146304-ringo-7-bambini-luca-vanzella-luca-genovese http://www.lospaziobianco.it/146304-ringo-7-bambini-luca-vanzella-luca-genovese#comments Mon, 13 Apr 2015 09:00:48 +0000 http://www.lospaziobianco.it/?p=146304 Scritto da Michele Garofoli, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Ringo #7 – “Bambini Contro” (Luca Vanzella, Luca Genovese)


Ringo e i suoi compagni devono difendersi da un gruppo di orfani che ha perso ogni fiducia negli adulti.


Scritto da Michele Garofoli, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Ringo #7 – “Bambini Contro” (Luca Vanzella, Luca Genovese)

]]>
Scritto da Michele Garofoli, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Ringo #7 – “Bambini Contro” (Luca Vanzella, Luca Genovese)


Il viaggio di Ringo, Rosa, Seba e Nuè, alla ricerca di un cantiere abusivo di astronavi per lasciare la terra, continua in una cover_ringo7Bologna sommersa dalle acque e abitata da una pericolosa comunità composta solamente da adolescenti e bambini. Bambini contro vede l’esordio sulla serie di Luca Vanzella e Luca Genovese, lo stesso team che ha creato Beta, piccolo gioiello e omaggio ai “robottoni” di Go Nagai. Vanzella, autore della sceneggiatura, costruisce un buon numero, ritmato e veloce, dove il protagonista è costretto a rivivere la sua difficile infanzia, riflessa nel gruppo di orfani capitanati dalla Leonessa, cercando nel contempo di dominare i suoi istinti guerrieri, mentre i tre ragazzi sono messi di fronte alle loro paure più profonde. Interessanti anche alcune riflessioni che lo scrittore pone, in questo numero, sulle scelte etiche e morali che i genitori involontariamente impongono ai propri figli, derubandoli così del libero arbitrio.

Grande prova nel comparto grafico di Luca Genovese, qui autore di una delle sue migliori prove. Il disegnatore è riuscito a compiere un ulteriore step di maturazione artistica, raggiungendo un ottimo compromesso tra le influenze manga e uno stile più vicino ai canoni occidentali. Oltre alla sua spettacolare resa di una Bologna allagata, rimane da segnalare il buon lavoro di caratterizzazione svolto sui personaggi e sui protagonisti della storia e, soprattutto, sulla figura di Rosa. Gli indovinati colori di Annalisa Leoni contribuiscono a rendere questo settimo numero uno dei più graficamente raffinati della serie.

Abbiamo parlato di:
Ringo #7 – “Bambini Contro”
Luca Vanzella, Luca Genovese
Sergio Bonelli Editore, 2015
98 pagine, brossurato, colori – 4,30

7x36

, , , , ,

Scritto da Michele Garofoli, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Ringo #7 – “Bambini Contro” (Luca Vanzella, Luca Genovese)

]]>
http://www.lospaziobianco.it/146304-ringo-7-bambini-luca-vanzella-luca-genovese/feed 0
Batman: ThrillKiller (Howard Chaykin, Dan Brereton) http://www.lospaziobianco.it/143787-batman-thrillkiller-howard-chaykin-dan-brereton http://www.lospaziobianco.it/143787-batman-thrillkiller-howard-chaykin-dan-brereton#comments Sat, 11 Apr 2015 09:00:32 +0000 http://www.lospaziobianco.it/?p=143787 Scritto da Salvatore Cervasio, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Batman: ThrillKiller (Howard Chaykin, Dan Brereton)


Howard Chaykin e Dan Brereton conducono Bruce Wayne in una distopica Gotham.


Scritto da Salvatore Cervasio, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Batman: ThrillKiller (Howard Chaykin, Dan Brereton)

]]>
Scritto da Salvatore Cervasio, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Batman: ThrillKiller (Howard Chaykin, Dan Brereton)


batman_thrillkillerNella migliore tradizione degli Elseworld, mondi paralleli diversi da quello ufficiale, Howard Chaykin narra, in questo Batman: Thrillkiller di una Gotham corrotta e sporca di inizi anni ’60, quelli che sarebbero diventati della rivoluzione sessuale, della libertà, dell’uso libertino e ludico delle droghe, valori e status quo ancora là da venire però. Infatti la Gotham che Robin e Batgirl, il vero dinamico duo protagonista del volume, si trovano a combattere, è ancora quella della chiusura e della violenza ai danni della comunità gay; è quella della polizia corrotta e vendicativa, legata a doppio filo ad una politica di stampo mafioso. E i due, in compagnia del detective del Gotham City Police Department Bruce Wayne proveranno a dare una spallata al sistema.

Il tutto viene raccontato con toni che vanno dallo scanzonato al drammatico in breve tempo, a sottolineare ancora di più come alcuni dei protagonisti, siano poco più che adolescenti. Non mancano – e come potrebbe, trattandosi di Howard Chaykin – riferimenti pruriginosi ai rapporti amorosi tra gli eroi in campo: d’altro canto, nell’universo batmaniano la libido è sempre stata fortemente presente, seppur lasciata spesso sullo sfondo. Un prodotto consigliabile sicuramente agli amanti del genere,
per i fan sfegatati dell’autore di Black Kiss, o per gli estimatori del bravo disegnatore, Dan Brereton. Molto belli, infatti, i suoi disegni pittorici, anche se, dato lo stile, certe anatomie e certe pose di movimento, risultano molto statiche.

Abbiamo parlato di:
Batman: Thrillkiller
Howard Chaykin, Dan Brereton
Traduzione di Fiorenzo delle Rupi
RW Lion – 2014
128 pagine, colore, cartonato – 15,95€
ISBN 9788866917090

batmanno

, , ,

Scritto da Salvatore Cervasio, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Batman: ThrillKiller (Howard Chaykin, Dan Brereton)

]]>
http://www.lospaziobianco.it/143787-batman-thrillkiller-howard-chaykin-dan-brereton/feed 0
Hyouka #1 (Honobu Yonezawa, Task Ohna) http://www.lospaziobianco.it/146378-hyouka-1-honobu-yonezawa-task-ohna http://www.lospaziobianco.it/146378-hyouka-1-honobu-yonezawa-task-ohna#comments Fri, 10 Apr 2015 09:00:27 +0000 http://www.lospaziobianco.it/?p=146378 Scritto da Simone Cilli, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Hyouka #1 (Honobu Yonezawa, Task Ohna)


Giallo scolastico, Hyouka ha per protagonista uno studente scanzonato che si trova a dover risolvere dei misteri assieme ai compagni del club di letteratura classica.


Scritto da Simone Cilli, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Hyouka #1 (Honobu Yonezawa, Task Ohna)

]]>
Scritto da Simone Cilli, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Hyouka #1 (Honobu Yonezawa, Task Ohna)


Senza titolo-2Hyouka narra la storia di Hotaro Oreki, tipico studente liceale apatico e svogliato. A stravolgere la sua routine è l’iscrizione al club di letteratura classica della scuola, su richiesta della sorella maggiore.
Classificabile sotto il genere scolastico/mistery, l’opera si sofferma su alcuni episodi della vita quotidiana liceale.
La sceneggiatura di Honobu Yonezawa risulta piacevole, e termina con un buon colpo di scena finale (vero punto di forza) che infonde curiosità. Tuttavia la vicenda scorre lenta, con una struttura composta da capitoli autoconclusivi, che non permette di sviluppare al meglio le indagini.
Il principale difetto del titolo è la sua estrema ripetitività, ogni capitolo si sviluppa allo stesso modo, aprendosi con un avvenimento in apparenza soprannaturale che spinge Eru Chitanda, membro del club, ad interessarsene. Chitanda è all’opposto del protagonista: solare, vispa e curiosissima. La ragazza sprona l’apatico Hotaro ad indagare, e questo risolve puntualmente il “mistero” riportando i suoi compagni alla realtà.
I dialoghi sono semplici, spesso banali, mentre i personaggi, a partire dal protagonista, risultano quanto mai piatti, quasi delle rigide maschere.
I disegni di Task Ohna hanno un tratto pulito e realistico, ma troppo standardizzato e privo di originalità e, in alcune tavole, si nota un utilizzo eccessivo dei retini negli sfondi.
La monotonia e la mancanza di caratteri distintivi generali, nonostante la piacevolezza della narrazione, rendono quest’opera un titolo che non dispiace, ma comunque trascurabile.

Abbiamo parlato di:
Hyouka #1
Honobu Yonezawa, Task Ohna
Traduzione di Marco Franca
J-Pop (Edizioni BD), aprile 2015
180 pagine, brossurato, bianco e nero – 5,90 €
ISBN: 9788868832247

Senza titolo-2

, , ,

Scritto da Simone Cilli, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Hyouka #1 (Honobu Yonezawa, Task Ohna)

]]>
http://www.lospaziobianco.it/146378-hyouka-1-honobu-yonezawa-task-ohna/feed 0
Agente speciale Ciccio in: il peso del dovere – Topolino #3098 (Riccardo Secchi, Alessandro Perina) http://www.lospaziobianco.it/146216-agente-speciale-ciccio-peso-dovere-topolino-3098-riccardo-secchi-alessandro-perina http://www.lospaziobianco.it/146216-agente-speciale-ciccio-peso-dovere-topolino-3098-riccardo-secchi-alessandro-perina#comments Thu, 09 Apr 2015 09:00:39 +0000 http://www.lospaziobianco.it/?p=146216 Scritto da Andrea Bramini, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Agente speciale Ciccio in: il peso del dovere – Topolino #3098 (Riccardo Secchi, Alessandro Perina)


Ciccio è l'unico che può scoprire la verità su un caso di sofisticazione alimentare.


Scritto da Andrea Bramini, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Agente speciale Ciccio in: il peso del dovere – Topolino #3098 (Riccardo Secchi, Alessandro Perina)

]]>
Scritto da Andrea Bramini, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Agente speciale Ciccio in: il peso del dovere – Topolino #3098 (Riccardo Secchi, Alessandro Perina)


Top_3098_coverA Paperopoli viene aperto un nuovo pastificio. Gli agenti della G.N.A.M., la divisione della polizia impegnata nei casi relativi alla sicurezza alimentare, effettuano i necessari controlli sulla qualità del cibo ma senza la consulenza di Ciccio, il loro miglior agente, che dopo una serie di incidenti ed errori viene sollevato dagli incarichi, finendo addirittura in galera.
Riccardo Secchi riprende dopo anni il filone narrativo degli G.N.A.M., che non ha mai offerto prove brillanti in passato, scrivendo una storia priva di mordente e costruita in modo poco credibile. Risulta chiaro l’intento del soggetto, vale a dire proporre un tema importante come quello della sofisticazione alimentare sulle pagine di Topolino, collegato all’imminente Expo 2015, ma la sceneggiatura è poco credibile nelle modalità dell’illecito mostrato e nel mettere in scena la dinamica dell’arresto di Ciccio. Viene poi presentato uno scorcio di vita carceraria, con tanto di introduzione di alcuni ergastolani, assolutamente fine a sé stesso e che rimane in sospeso, senza fornire sbocchi nella vicenda che non siano quelli di portare alla forzata conclusione dell’intrigo.
Alessandro Perina abbellisce con il suo tratto pulito le tavole della storia, dove spiccano soprattutto i comprimari. Con questi personaggi secondari il disegnatore può sbizzarrirsi nella caratterizzazione grafica, offrendo buone interpretazioni.

Abbiamo parlato di:
Agente speciale Ciccio in: il peso del dovere
Riccardo Secchi, Alessandro Perina
Disney-Panini Comics – Topolino #3098, 8 aprile 2015
32 pagine, brossurato, colori – € 2,50
ISSN: 9 771120 611001 53098

Top_3098_immagine

 

, , ,

Scritto da Andrea Bramini, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Agente speciale Ciccio in: il peso del dovere – Topolino #3098 (Riccardo Secchi, Alessandro Perina)

]]>
http://www.lospaziobianco.it/146216-agente-speciale-ciccio-peso-dovere-topolino-3098-riccardo-secchi-alessandro-perina/feed 0
Amazing Spider-Man #9 (Slott, Gage, Camuncoli e AA.VV.) http://www.lospaziobianco.it/145977-amazing-spider-man-9-slott-gage-camuncoli http://www.lospaziobianco.it/145977-amazing-spider-man-9-slott-gage-camuncoli#comments Wed, 08 Apr 2015 09:00:03 +0000 http://www.lospaziobianco.it/?p=145977 Scritto da Giuseppe Lamola, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Amazing Spider-Man #9 (Slott, Gage, Camuncoli e AA.VV.)


Tra universi alternativi e sfasamenti temporali, continua l’avvicinamento alla saga “Ragnoverso”, con le origini del nuovo avversario dei Ragni e il debutto di Spider-Gwen.


Scritto da Giuseppe Lamola, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Amazing Spider-Man #9 (Slott, Gage, Camuncoli e AA.VV.)

]]>
Scritto da Giuseppe Lamola, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Amazing Spider-Man #9 (Slott, Gage, Camuncoli e AA.VV.)


asm 9 paniniSuperior Spider-Man (con la mente di Doc Ock) è uno dei personaggi meglio caratterizzati e sfaccettati dell’intera, e lunga, gestione di Dan Slott su Spider-Man. Se ne ha la conferma nell’episodio iniziale dove, in team con Christos Gage e Giuseppe Camuncoli, Slott narra l’incontro tra Spider-Men di universi paralleli differenti. Doc Ock resta saldo nelle sue posizioni estreme e nell’idea di ricorrere a soluzioni letali, ma al contempo, non rinuncia ad esternare il suo affetto nei confronti di Anna Maria Marconi (o perlomeno di una versione virtuale della stessa). Crea confusione poi il recente scambio di linee temporali: Doc Ock è nel futuro, mentre lo Spider-Man 2099 di Peter David e Will Sliney si trova nel presente. A seguire, Christos Gage comprime le origini di Karn, il nuovo avversario, in una storia sin troppo breve per essere esaustiva ed efficace.
Altro atteso evento è l’esordio di Spider-Gwen per mano di Jason Latour e Robbie Rodriguez: più che parte dell’affresco di “Ragnoverso”, sembra essere l’ennesimo “What if…?” in cui non solo Gwen Stacy non è morta ma indossa le vesti dell’Uomo Ragno e suona la batteria in una band con Mary Jane. Sia per trama che per disegni, l’episodio ricalca lo stile dei manga, rivolgendosi inoltre a un pubblico mediamente giovane. La riuscita finale è penalizzata dallo scarso risalto dato alle origini del personaggio e ai destini di tutti i comprimari (racchiusi in sole due tavole) e dal finale tutt’altro che imprevedibile ricollegato alla saga.

Abbiamo parlato di:
Amazing Spider-Man #9 (Spider-Man #623)
Dan Slott, Christos Gage, Jason Latour, Peter David, Giuseppe Camuncoli, M.A. Sepulveda, Robbie Rodriguez, Will Sliney
Panini Comics – marzo 2015
80 pagine, colori, spillato – € 3,30
ISSN: 977112422690450623

spider-gwen-action

, , ,

Scritto da Giuseppe Lamola, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Amazing Spider-Man #9 (Slott, Gage, Camuncoli e AA.VV.)

]]>
http://www.lospaziobianco.it/145977-amazing-spider-man-9-slott-gage-camuncoli/feed 0
Le nuove leggende del Cavaliere Oscuro #22 (Davis, Montclare, Krueger, Raney) http://www.lospaziobianco.it/145183-nuove-leggende-cavaliere-oscuro-22-davis-montclare-krueger-raney http://www.lospaziobianco.it/145183-nuove-leggende-cavaliere-oscuro-22-davis-montclare-krueger-raney#comments Tue, 07 Apr 2015 09:00:57 +0000 http://www.lospaziobianco.it/?p=145183 Scritto da Andrea Bramini, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Le nuove leggende del Cavaliere Oscuro #22 (Davis, Montclare, Krueger, Raney)


Sulle pagine delle Nuove leggende del Cavaliere Oscuro di questo mese troviamo uno scontro inusuale tra Batman e Clayface e una storia sulla Bat-caverna.


Scritto da Andrea Bramini, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Le nuove leggende del Cavaliere Oscuro #22 (Davis, Montclare, Krueger, Raney)

]]>
Scritto da Andrea Bramini, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Le nuove leggende del Cavaliere Oscuro #22 (Davis, Montclare, Krueger, Raney)


NUOVE-LEGGENDE-DEL-CAV-O022Clayface, il criminale fatto di creta vivente, non ha mai brillanto per capacità strategiche: ma in Rompere gli schemi Batman appare in seria difficoltà nel seguire le tracce del rivale, ed ogni tappa della sua caccia all’uomo non fa che complicare la sua ricerca.
Shane Davis e Brandon Montclare firmano a quattro mani una sceneggiatura ben ritmata, che tiene il lettore incollato alle pagine grazie allo sviluppo dell’indagine dell’eroe fino allo spiazzante finale, arguto e disturbante. A queste atmosfere contribuiscono anche i disegni, ad opera dello stesso Davis, che tratteggiano una Gotham City segnata dalla pioggia incessante, con una costruzione delle vignette piuttosto standard ma efficace. I personaggi infine beneficiano del tratto pulito e dettagliato dell’artista.
Un disegno meno dinamico, ma adatto alla storia che raffigura, è invece quello di Tom Raney, che ha il compito di illustrare la storia in coda allo spillato, Eco di perle. Il racconto si svolge in gran parte nella Bat-caverna e riguarda il rapporto fra Bruce e il suo rifugio. La particolarità della sceneggiatura di Jim Krueger si trova nel farlo dal punto di vista della caverna stessa, dotata di una coscienza latente e capace di provare sentimenti e affetto verso il proprio figlio adottivo. L’idea può lasciare perplessi, ma risulta credibile se si guarda all’utilizzo che ne è stato fatto in una storia così breve, e soprattutto per la poetica che ne emerge.

Abbiamo parlato di:
Le nuove leggende del Cavaliere Oscuro #22
Shane Davis, Brandon Montclare, Jim Krueger, Tom Raney
Traduzione di Stefano Formiconi
RW-Lion, marzo 2015
32 pagine, spillato, colori – € 2,50
ISBN: 9 788868 737429

NUOVE-LEGGENDE-DEL-CAV-O022_immagine

, , , , ,

Scritto da Andrea Bramini, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Le nuove leggende del Cavaliere Oscuro #22 (Davis, Montclare, Krueger, Raney)

]]>
http://www.lospaziobianco.it/145183-nuove-leggende-cavaliere-oscuro-22-davis-montclare-krueger-raney/feed 0
Indiana Pipps e il dono del faraone – Topolino #3097 (Carlo Panaro, Massimo De Vita) http://www.lospaziobianco.it/145801-indiana-pipps-dono-faraone-topolino-3097-carlo-panaro-massimo-vita http://www.lospaziobianco.it/145801-indiana-pipps-dono-faraone-topolino-3097-carlo-panaro-massimo-vita#comments Fri, 03 Apr 2015 09:00:31 +0000 http://www.lospaziobianco.it/?p=145801 Scritto da Andrea Bramini, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Indiana Pipps e il dono del faraone – Topolino #3097 (Carlo Panaro, Massimo De Vita)


È Indiana Pipps il protagonista della storia in apertura del nuovo numero di Topolino, ad opera di Carlo Panaro e Massimo De Vita.


Scritto da Andrea Bramini, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Indiana Pipps e il dono del faraone – Topolino #3097 (Carlo Panaro, Massimo De Vita)

]]>
Scritto da Andrea Bramini, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Indiana Pipps e il dono del faraone – Topolino #3097 (Carlo Panaro, Massimo De Vita)


topo_3097_copertinaTopolino #3097 si apre con Indiana Pipps e il dono del faraone, storia nella quale il cugino archeologo di Pippo è sulle tracce di un antico manufatto egizio.
La trama elaborata da Carlo Panaro non centra il bersaglio, tra la scarsa originalità del plot e la presenza di espedienti narrativi che destano più di una perplessità.
All’inizio della storia, per esempio, il personaggio parla da solo per ben tre tavole con il solo scopo di spiegare la sua missione ai lettori, sfruttando a tal punto questo meccanismo narrativo da renderlo fastidiosamente esplicito al pubblico. Topolino interviene poi nella storia all’improvviso e, quando deve spiegare la sua presenza nel deserto africano, fornisce una ricostruzione poco plausibile di come abbia fatto a rintracciare l’amico.
Un lato positivo della sceneggiatura si trova nel villain che Indiana Pipps deve affrontare: l’avvenente ragazza a capo dei predoni del deserto, che si proclama erede del faraone che possedeva il monile ricercato. Il personaggio è infatti una presenza interessante, rovinata però sul finale quando ordisce uno dei trucchi più banali per ingannare i protagonisti… peraltro riuscendoci.
Massimo De Vita ha il compito di tradurre per immagini la storia, e lo fa con il consueto stile dinamico e dettagliato che abbiamo visto nelle sue prove degli ultimi anni, una prosecuzione di quello anni’90/primi 2000 che resta però il suo apice. Il suo Indiana Pipps rimane comunque quello graficamente migliore, e inoltre l’artista fa un buon lavoro anche sull’aspetto della ragazza.

Abbiamo parlato di:
Indiana Pipps e il dono del faraone
Carlo Panaro, Massimo De Vita
Disney-Panini Comics – Topolino #3097, 1° aprile 2015
29 pagine, brossurato, colori – € 2,50
ISSN: 9 771120 611001 53097

topo_3097_immagine

, , ,

Scritto da Andrea Bramini, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Indiana Pipps e il dono del faraone – Topolino #3097 (Carlo Panaro, Massimo De Vita)

]]>
http://www.lospaziobianco.it/145801-indiana-pipps-dono-faraone-topolino-3097-carlo-panaro-massimo-vita/feed 0
600 (Enrique V. Vega) http://www.lospaziobianco.it/144444-600-enrique-vega http://www.lospaziobianco.it/144444-600-enrique-vega#comments Thu, 02 Apr 2015 09:00:53 +0000 http://www.lospaziobianco.it/?p=144444 Scritto da Ettore Gabrielli, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: 600 (Enrique V. Vega)


Parodia di "300" di frank Miller, questo fumetto di Enrique V. Vega è un'opera debole e piuttosto fredda nella realizzazione.


Scritto da Ettore Gabrielli, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: 600 (Enrique V. Vega)

]]>
Scritto da Ettore Gabrielli, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: 600 (Enrique V. Vega)


600 cover

Difficile non leggere questa parodia di 300 – fumetto di Frank Miller e in seguito film diretto da Zack Snyder – senza ripensare a quella fatta da Leo Ortolani in 299+1. Un paragone decisamente ingombrante.
Ma anche senza prendere in considerazione cotanto confronto, il fumetto di Enrique V. Vega resta un’opera debole e piuttosto fredda. Va dato atto all’autore di cercare qualche effetto umoristico non scontato, inserendo elementi che non si limitino alla battuta lampo o ai doppi sensi, ma puntino a costruire sketch più complessi. Nonostante questo il risultato è modesto, con mancanze di ritmo imperdonabili per un fumetto comico.
L’impressione è di un lavoro fatto per “dovere”, per trovare nuovi film e personaggi da sfruttare per i “testoni”, marchio di fabbrica dello stile di Vega, che vanta già decine di parodie pubblicate negli anni. Là dove Ortolani ha i personaggi con la faccia da topo, l’autore spagnolo ha personaggi deformed dalla testa grande e il corpo da bambino. Purtroppo, oltre questo, il disegno non si distingue per una particolare padronanza del mezzo, né come segno né come ricerca di effetto scenico o di costruzione della tavola.
Probabilmente questo stile ha i suoi estimatori e può incontrare i gusti di tanti lettori, ma l’impressione è di un’opera che, sotto la superficie, ha ben poco altro. Pensando a questo, il paragone con Ortolani, con la sua ricerca grafica sul segno, sulle ombre e sulle inquadrature, e la sua abilità narrativa capace di unire umorismo e tragedia nel giro di una vignetta, si fa veramente impietoso.

Abbiamo parlato di:
600
Enrique V. Vega
001 Edizioni, 2015
Traduzione Antonio Scuzzarella
32 pagine, brossurato, bianco e nero – 5,90€
ISBN: 9788897846208

 

600_int

,

Scritto da Ettore Gabrielli, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: 600 (Enrique V. Vega)

]]>
http://www.lospaziobianco.it/144444-600-enrique-vega/feed 0
Batman #35 (Snyder, Capullo, Manapul, Buccellato) http://www.lospaziobianco.it/145504-batman-35-snyder-capullo-manapul-buccellato http://www.lospaziobianco.it/145504-batman-35-snyder-capullo-manapul-buccellato#comments Wed, 01 Apr 2015 09:00:39 +0000 http://www.lospaziobianco.it/?p=145504 Scritto da Andrea Bramini, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Batman #35 (Snyder, Capullo, Manapul, Buccellato)


Il nuovo numero del mensile di Batman ospita il penultimo capitolo dell'Anno Zero di Scott Snyder e Greg Capullo e ben due albi da Detective Comics.


Scritto da Andrea Bramini, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Batman #35 (Snyder, Capullo, Manapul, Buccellato)

]]>
Scritto da Andrea Bramini, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Batman #35 (Snyder, Capullo, Manapul, Buccellato)


batman_35_coverManca poco alla conclusione di Anno Zero, la lunga run scritta da Scott Snyder e dedicata agli inizi dell’attività di Batman. Sul n. 35 del mensile italiano viene infatti pubblicata la terza parte del sotto-ciclo Città selvaggia, che si chiuderà il mese prossimo concludendo contestualmente anche questa incursione nel passato.
Il valore della storia non si trova tanto in quello che accade quanto nelle riflessioni di Batman, che spaziano dai ragionamenti su come sconfiggere l’Enigmista alle considerazioni sul proprio ruolo di eroe nella sua città e sulle sue reali capacità. Si tratta di monologhi che attestano la bravura di Snyder come sceneggiatore. Greg Capullo accompagna il tutto con le sue solite tavole raffinate, che alternano efficaci primi piani a vignette più ariose, con una costruzione ingegnosa delle tavole.
Il resto dello spillato è composto da due capitoli di Icarus, l’avventura in corso d’opera su Detective Comics scritta da Francis Manapul e Brian Buccellato. La storia si sta sviluppando in maniera intrigante e continua ad essere pienamente immersa nell’atmosfera poliziesca tipica della testata ma i toni del racconto iniziano a portare anche a situazioni capaci di sorprendere il lettore, come la lotta di Batman contro un polipo gigante o come il confronto tra l’eroe e il detective Bullock.
Appaiono molto ricercati i disegni dello stesso Manapul, che raffigura scene da prospettive inedite e che utilizza degli effetti visivi coinvolgenti per le vignette più concitate.

Abbiamo parlato di:
Batman #35
Scott Snyder, Greg Capullo, Francis Manapul, Brian Buccellato
Traduzione di Stefano Visinoni
RW Lion, marzo 2015
72 pagine, spillato, colore – € 3,50
ISSN: 9 771887 472334 50092

batman_35_immagine

, , , , ,

Scritto da Andrea Bramini, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Batman #35 (Snyder, Capullo, Manapul, Buccellato)

]]>
http://www.lospaziobianco.it/145504-batman-35-snyder-capullo-manapul-buccellato/feed 0
Rat-Man #107 – La Città dei Morti Viventi (Leo Ortolani) http://www.lospaziobianco.it/144203-rat-man-107-citta-morti-viventi-leo-ortolani http://www.lospaziobianco.it/144203-rat-man-107-citta-morti-viventi-leo-ortolani#comments Tue, 31 Mar 2015 09:00:04 +0000 http://www.lospaziobianco.it/?p=144203 Scritto da Andrea Bramini, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Rat-Man #107 – La Città dei Morti Viventi (Leo Ortolani)


Leo Ortolani prosegue su Rat-Man la sua parodia di The Walking Dead, approfittandone per fare ironia anche su lettori di fumetto e fiere del settore.


Scritto da Andrea Bramini, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Rat-Man #107 – La Città dei Morti Viventi (Leo Ortolani)

]]>
Scritto da Andrea Bramini, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Rat-Man #107 – La Città dei Morti Viventi (Leo Ortolani)


RatMan_107_coverCittà del fumetto o città dei morti viventi? I protagonisti della storia di Leo Ortolani dedicata a The Walking Dead, che abbiamo imparato a conoscere nello scorso numero di Rat-Man, giungono infatti in una fiera del fumetto che si stava tenendo nei giorni in cui scoppiò l’epidemia zombie, popolata ora da non-morti che ubbidiscono ad Anubi, un imponente cosplayer di Batman autoproclamatosi dio dei morti.
È proprio con questo personaggio che Ortolani si è sbizzarrito nella parte grafica: le tavole in cui compare giocano sulla massa di Anubi, con inquadrature trasversali esplash-page d’effetto, in modo da accentuarne l’atmosfera di minaccia.
Il personaggio risulta molto interessante, un villain che ha regolarizzato la “vita” degli zombie incamerandola in una sorta di società civile e che cerca istintivamente un contatto con TopoMan, con cui condivide l’anomalia di essere un morto vivente senziente. Ma mentre quest’ultimo ha reagito alla sua solitudine ricercando la compagnia dei vivi, Anubi ha sfruttato la sua indole prevaricatrice per porsi a dittatore dei suoi simili: due modi opposti di reagire ad una situazione estrema.
Al di là di queste riflessioni, non si possono ignorare i riferimenti al mondo del fumetto: svariate sono le battute e le allusioni alle fiere di settore e alle abitudini dei lettori che le frequentano, non risparmiando pareri neanche troppo velati su alcune situazioni ricorrenti in questo tipo di eventi.
Un simpatico livello di lettura aggiuntivo che arricchisce la saga.

Abbiamo parlato di:
Rat-Man #107 – La Città dei Morti Viventi
Leo Ortolani
Panini Comics, marzo 2015
64 pagine, brossurato, bianco e nero – € 2,50
ISSN: 9 771828 890005 50107

RatMan_107_immagine

, , ,

Scritto da Andrea Bramini, tratto da Lo Spazio Bianco.

Leggi il contenuto completo su: Rat-Man #107 – La Città dei Morti Viventi (Leo Ortolani)

]]>
http://www.lospaziobianco.it/144203-rat-man-107-citta-morti-viventi-leo-ortolani/feed 0