Black Jack #18-19 – Hazard Edizioni – 9,80euro

Articolo aggiornato il 03/11/2015

dimostra in ogni volume quanto l’appellativo di “dio dei ” non fosse nato per caso. Continuando a sfruttare il canovaccio di base dell’infallibile arte chirurgica del medico senza licenza Black Jack, Tezuka tesse tanti piccoli racconti di varia umanità, a volte al limite del melenso senza mai oltrepassarlo, ma dimostrando delicatezza e sensibilità nel raccontare. Senso della tavola e dell’inquadratura ne svelano tutta l’abilità di cui Tezuka era dotato, ed anche quando inserisce elementi “fuori dal coro”, come degli alieni (!!!) riesce a farlo con maestria e delicatezza (Ettore Gabrielli).

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio