Arriva in libreria e fumetteria “Tex: Montales”

Sbarca sugli scaffali il volume che raccoglie le avventure di Tex e del mitico ex fuorilegge messicano Montales.

Comunicato Stampa

Nel 2018 festeggerà i 70 anni di .

Nell’attesa dell’importante anniversario, in aprile arriva in fumetteria (il 19) e in libreria (il 20)TEX. MONTALES, il volume che raccoglie le prime avventure che vedono insieme Tex e Montales, uno dei personaggi più noti dell’universo del ranger ideato da Gianluigi Bonelli e disegnato daAurelio Galleppini.

Arriva in libreria e fumetteria "Tex: Montales"

Ex fuorilegge messicano, compagno di scorribande di Tex, Montales è il primo dei comprimari che periodicamente si affiancano ai pards bonelliani (Tex, Kit Carson, Kit Willer, Tiger Jack). Ha sconfitto con Tex la dittatura in Messico ed è diventato quindi governatore. Ma nonostante gli impegni politici, in lui continua a covare il fuoco dell’avventuriero! In questo volume sono raccolte le prime avventure che vedono insieme Tex e Montales, fin dal loro movimentato incontro durante la rivoluzione messicana. E a raccontarci la genesi e lo sviluppo di questa amicizia, Tex. Montales propone una ricca introduzione firmata da Graziano Frediani.

Lontano dalla riserva navajo ormai diventata la sua residenza ufficiale, Tex esplorerà così ilMessico, una terra di confine, carica di passioni forti e continui colpi di scena, dove si possono incontrare avidi proprietari terrieri e miserabili “peones”, tiranni sanguinari e guerrieri apache, cercatori d’oro e razziatori di bestiame, ma, soprattutto, fuorilegge di ogni tipo, determinati e pericolosi, pronti a combattere contro il dittatore di turno oppure, semplicemente, intenzionati ad arraffare più bottino possibile…

Giovanni Luigi Bonelli

Soggettista prolifico, considerato il Patriarca del fumetto italiano, Giovanni Luigi Bonelli ha legato il suo nome a Tex Willer, personaggio creato nel 1948 per la Casa editrice Audace, antenata della attuale Sergio Bonelli Editore. Di Tex ha sceneggiato tutti gli episodi pubblicati fino a oltre la metà degli anni Settanta, continuando anche in seguito a supervisionarne la produzione. Milanese, nato il 22 dicembre 1908, inizia scrivendo poesie per il “Corriere dei Piccoli”, cui fanno seguito alcuni lavori apparsi sul “Giornale illustrato dei viaggi” di Sonzogno. Fra il 1936 e il 1940 scrive tre romanzi avventurosi (“Le Tigri dell’Atlantico”, “Il Crociato Nero” e “I Fratelli del Silenzio”), dirige alcuni periodici a fumetti per l’editore Lotario Vecchi e rilancia il settimanale “Il Vittorioso”. Nel 1940 rileva da Mondadori, che a sua volta lo aveva acquisito da Vecchi, il settimanale “Audace”, per diventarne egli stesso editore. Nel 1947 insieme all’editore Giovanni Di Leo, potenzia il settimanale “Il Cow Boy”, iniziando poi a concentrare la sua verve creativa sulle pubblicazioni della Casa editrice Audace, diretta dalla sua ex moglie Tea Bonelli. Oltre a “Tex”, crea “Occhio Cupo”, “Plutos”, “Il Cavaliere Nero”, “Rio Kid”, ”Yuma Kid”, “Za la Mort”, ”I tre Bill”, “El Kid”, “Hondo”, “Kociss”, “Judok”. È scomparso ad Alessandria il 12 gennaio 2001.

Aurelio Galleppini

Aurelio Galleppini, in arte Galep, creatore grafico di Tex e disegnatore, nasce a Casal di Pari (Grosseto) il 28 agosto 1917, e vive la maggior parte della sua giovinezza in Sardegna, dove scopre la passione per il disegno e la pittura. Quando ha diciotto anni, alcuni suoi disegni appaiono in filmini animati eseguiti per una Casa tedesca che fabbrica proiettori a due tempi. Fra il 1936 e il 1939 visualizza alcune fiabe per la rivista “Mondo Fanciullo”, collabora a “Modellina” e disegna per Mondadori due racconti a fumetti scritti da Federico Pedrocchi: “Pino il mozzo” e “Le perle del mar d’Oman”. Nel 1940 si trasferisce a Firenze, dove inizia la collaborazione con la Casa editrice Nerbini. Nell’immediato dopoguerra, si dedica alla pittura, al cartellonismo e all’insegnamento. Nel 1947 riprende l’attività di cartoonist con una serie di albi per l’“Intrepido” e illustra libri come “Il Cavalier Mistero” e “La Maschera di Ferro”. Verso la fine del 1947 Tea Bonelli gli affida il quindicinale “Occhio Cupo” e il settimanale “Tex”, entrambi su testi di Gianluigi Bonelli. Tex segna una svolta nell’attività artistica di Galleppini, che a questa pubblicazione dedica ogni suo impegno, salvo brevi pause come il graphic novel “L’Uomo del Texas” (1977). Sue sono tutte le copertine della serie fino al numero 400. Una dedizione interrotta soltanto dalla scomparsa di Galep, avvenuta a Chiavari (Genova), il 10 marzo 1994.

TEX. MONTALES

Soggetto: Gianluigi Bonelli
Sceneggiatura: Gianluigi Bonelli
Disegni: Aurelio Galleppini
Copertina: Aurelio Galleppini
Tipologia: Brossurato
Formato: 16 x 21 cm, b/n
Pagine: 496
ISBN 978-88-6961-182-7
Prezzo: 15 euro

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio