Gli anni di Allende (Reyes, Elgueta)

La “novella grafica” di Reyes e Elgueta ricostruisce i mille giorni da Presidente del Cile di Salvador Allende, la sua politica, l'ascesa e la caduta.

Gli anni di Allende (Reyes, Elgueta)Con l’elezione a Presidente della Repubblica di Salvador Allende, il 4 settembre 1970, il Cile inaugurava un periodo di sperimentazione politica con cui divenne un esempio nuovo di socialismo popolare e democratico, scomodo per gli equilibri economici e diplomatici internazionali. Questo periodo si concluse con il colpo di stato di Augusto Pinochet dell’11 settembre 1973, e il presunto suicidio di Allende all’interno de La Moneda.
La “novella grafica” scritta da Carlos Reyes e illustrata da Rodrigo Elgueta fa luce su questa pagina di storia contemporanea, attraverso un accurato lavoro di indagine storica e di ricerca iconografica, e – nella finzione narrativa – il racconto del giornalista e inviato statunitense John Nitsch. L’opera spicca per il forte realismo delle tavole, caratterizzate da un tratto carico e da un uso dei chiaroscuri che conferisce tridimensionalità e drammaticità ai disegni. In particolare, le scene di massa si fanno notare per il rilevante dinamismo, come i primi piani per la somiglianza ai soggetti ritratti.
Avvalendosi di un’equilibrata alternanza fra i dialoghi e le didascalie, gli autori spiegano nel dettaglio le dinamiche che portarono all’ascesa di Allende e alla sua caduta, le peculiarità del suo modello socialista, la spinta che quella politica ricevette anche dal mondo della cultura, su tutte con l’assegnazione del Nobel per la Letteratura a Pablo Neruda, nel 1971, facendo di questo fumetto uno strumento didattico di indubbia validità.

Abbiamo parlato di:
Gli anni di Allende
Carlos Reyes, Rodrigo Elgueta
Traduzione di Paolo Primavera
Edicola, 2016
128 pagine, brossurato, bianco e nero – 16,00 €
ISBN: 9788899538156

Gli anni di Allende (Reyes, Elgueta)

2 Commenti

2 Comments

  1. Giada Consorti

    9 gennaio 2017 a 13:28

    Bellissimo

  2. Giada Consorti

    9 gennaio 2017 a 13:31

    Trama interessante, scene molto curate e dinamiche

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio