“Amore di lontano” di Martoz in mostra dal 7 ottobre

Dal 7 ottobre una mostra per “Amore di lontano” il nuovo volume di Martoz edito da Canicola.

Comunicato Stampa

MARTOZ –  Amore di lontano con sculture di Mauro Pietro Gandini a cura di Marta Bandini e Elettra Bottazzi

Dal 7 ottobre al 6 novembre 2016 – inaugurazione il 7 ottobre:

17.30: presentazione del fumetto “Amore di lontano”, Edizioni

19.30: inaugurazione della mostra

Presso la galleria Parione9 | via di Parione 9 (piazza Navona) Roma

“Amore di lontano” di Martoz in mostra dal 7 ottobre

“Dice il vero chi ghiotto mi chiama e bramoso d’amore di lontano: niun’altra gioia tanto mi piace, come gioire d’amore di lontano.(J.Rudel “Canzone dell’amore di lontano”)

“Amore di lontano” di Martoz in mostra dal 7 ottobre

 _ Amore di lontano è la prima mostra personale a Roma di Alessandro Martorelli a.k.a. Martoz, giovane fumettista e illustratore romano, autore dei graphic novel Remi Tot in STUNT, pubblicato nel 2015, e Amore di lontano, in uscita questo settembre per Canicola Edizioni.

La mostra riunisce alcune delle tavole originali dell’ultima pubblicazione, in cui la cifra stilistica dell’artista si manifesta in tutta la sua forza attraverso il disegno istintivo e il tratto rapido e spontaneo.

L’esposizione accompagna il visitatore attraverso il percorso creativo di Martoz: dalle prime tavole a matita su carta (i “negativi del fumetto”), al risultato finale, ovvero la stampa, in cui le tavole che compongono il fumetto sono pulite e colorate digitalmente (“lo sviluppo del negativo”).

Il fumetto e la mostra narrano le vicende di due protagonisti: Antares, un veterano del Medioevo (1147) che guida l’esercito leonese verso la Seconda Crociata, e Jaf, un disadattato che vive in un presente indefinito e che sfoga tutto nel suo rapporto ossessivo con il sesso. Pur vivendo vite parallele in due epoche diverse, i due personaggi sono legati nella dimensione onirica del sogno, e combattono entrambi per lo stesso scopo: trovare la donna amata…da lontano.

Un amore di terra lontana e la conseguente inaccesibilità della donna amata sono i due temi chiave del componimento di lirica cortese di Jaufré Rudel “Canzone dell’amore di lontano” del Duecento, a cui si ispira la storia ri-scritta da Martoz e che attualizza grazie ad una narrazione dinamica e vivace fatta di battaglie sanguinose e intensi rapporti amorosi.

Sono esposte inoltre le sculture di Mauro Pietro Gandini, raffiguranti i due protagonisti. Scultore, illustratore, character designer e insegnante di Milano. Da diversi anni collabora, in campo scultoreo, con diverse società progettando gadget e realizzandone prototipi come la Walt Disney Company, Hanna & Barbera, Warner, Panini.

BIOGRAFIA

Martoz è nato ad Assisi nel 1990. Vive e lavora a Roma. Fumettista, illustratore e street artist è attivo nell’ambito dell’autoproduzione con progetti personali (Parade, Crisma) e collaborazioni (B Comics, Squame, Lucha Libre, Inuit, Hoochie Coochie). Nel 2015 realizza Remi Tot in STUNT il suo primo libro a fumetti per MalEdizioni. Come illustratore collabora con Illustratore Italiano e Associazione Illustri. Ha realizzato murales per film, festival e associazioni. Ha esposto i suoi lavori a Los Angeles, New York, Parigi, Mosca, Roma, Napoli.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio