Amélie Fléchais: vedi Napoli Comicon e…

Abbiamo intervistato Amélie Fléchais, ospite a Napoli Comicon dove presenterà "Il sentiero smarrito", pubblicato da Tunuè.

Amélie Fléchais: vedi Napoli Comicon e...

Amelie Fléchais è una illustratrice francese di libri per bambini e un artista di sviluppo visivo. Ha pubblicato due libri a fumetti, “Chemin Perdu” e “L’Homme Montagne”, e un libro per bambini, “Lupetto Rosso” Amelie sta attualmente lavorando con il suo partner Jonathan Garnier su un nuovo libro a fumetti dal titolo “Bergères Guerrières “, ispirato dal loro viaggio in Irlanda e Scozia.
Ha esposto le sue opere personali in tutto il mondo e ha prodotto concept art per il film “Song of the Sea” di Cartoon Saloon (nominato al premio Oscar), per “Kung Fu Panda” e per il film di prossima uscita “Troll” di Dreamworks Animation. Le opere di Amelie Fléchais sono edite in Italia dalla casa editrice .

Amélie Fléchais: vedi Napoli Comicon e...

Benvenuta Amèlie e grazie per la tua disponibilità. Hai realizzato “Lupetto Rosso”, una fiaba ispirata al classico di Charles Perrault, edita qui in Italia da Tunué. Da dove è nata l’idea di ribaltare la prospettiva del racconto e qual’è l’obbiettivo di tale ribaltamento?
Ho avuto l’idea di Le Petit Loup Rouge durante il mio ultimo anno di studi di cinema d’animazione. Ci era stato chiesto di creare un piccolo cortometraggio, e il protagonista del mio film era un piccolo lupo verde che viveva in un mondo fantastico. Un giorno, mentre aspettavo il mio treno, cominciai a scarabocchiare il mio piccolo lupo, peccato che non avessi un pastello verde nella mia scatola ma solamente uno rosso. Disegnai allora il mio piccolo lupo con un mantello rosso, e guardandolo con maggiore attenzione le idee iniziarono a scaturire nella mia testa, idee sulla storia di un piccolo lupo rosso che prendeva il posto del Piccolo Cappuccetto Rosso.
Disegnai quindi diverse illustrazioni sul tema, all’inizio per divertirmi, e così la trama della storia mi apparve man mano. In seguito mi ha contattato un editore incappato nelle mie immagini, e il progetto si è concretizzato.
Discutendone con il mio editore abbiamo pensato che sarebbe stato interessante andare oltre la morale classica del racconto, e trattare maggiormente dell’incomprensione e dei pregiudizi che si possono creare tra “popoli” differenti, qui simbolizzati dalle due famiglie del Lupo e dell’Uomo.

Visto il tema di questo , che opinione hai della sempre crescente ibridazione del fumetto con altre forme di espressione artistica e comunicativa (cinema, TV, letteratura, teatro…)?
Penso che sia molto positivo, in fondo abbiamo tutti l’obiettivo di raccontare delle storie, dunque che si abbiano sempre più punti di contatto tra i vari media dell’immagine è secondo me una buona cosa.

Un famoso aforisma di Goethe recita “Vedi Napoli e poi muori”, una affermazione che celebra la bellezza e l’atmosfera della città. Come completeresti tu la frase: “Vedi Napoli e…”?
Non sono ancora mai venuta a Napoli, dunque mi è difficile rispondere ora, lo farò alla fine del Comicon !

Amelie Fléchais sarà presente al prossimo Napoli Comicon 2016  per presentare in anteprima suo nuovo volume “Il sentiero smarrito” edito da Tunué. Inoltre sarà possibile visitare una mostra a lei dedicata.

Leggi la recensione in anteprima de “Il sentiero smarrito” a cura de Lo spazio Bianco: Il sentiero smarrito (Amélie Fléchais)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio