Immagina lo spazio bianco

Alessandro Patria immagina “Lo Spazio Bianco”

Cos’è “lo spazio bianco”? Com'è possibile riempirlo? La risposta a queste domande è affidata in questa puntata a Alessandro Patria.

Quale concetto migliore per esaltare l’inventiva di un artista? Quale tema più liberamente interpretabile dello spazio bianco può esistere, a parte forse il suo opposto, l’oscurità?
Per questo abbiamo dato vita a uno spazio dove gli autori possano dare forma alle proprie idee e interpretazioni e, allo stesso tempo, a una piccola celebrazione del nostro sito, che intorno al concetto di “spazio bianco” è nato e che vedeva nel contorno vuoto delle vignette un non-luogo “dove i fumetti sono tutti uguali”.

Ospite di questa puntata è Alessandro Patria, con la sua illustrazione “La sottile linea bianca – Samurai Blues“, dove lo spazio bianco è quello affilato e tagliente della lama. Buona visione.

La sottile linea bianca – Samurai Blues

Alessandro Patria. Torinese, classe 1991, frequenta attualmente il terzo anno del corso di fumetto presso la Scuola Internazionale di Comics di Torino. Precedentemente sempre a Torino consegue il diploma in studi classici. Musicista a livello amatoriale, lavora come illustratore per band emergenti e compositori. E’ creatore del progetto “Samurai Blues” in quanto ideatore e sceneggiatore del fumetto; inoltre partecipa alla sezione artistica di “Samurai Blues” in qualità disegnatore, colorista e copertinista insieme agli artisti Luca Salzano e Mirko Treccani. Nel frattempo, mentre scrive sceneggiature e soggetti per progetti personali futuri come autore completo, gestisce (sporadicamente) il proprio blog La Patria del Male.

Alessandro Patria su Lo Spazio Bianco: Webcomic sotto l’ombrellone 201

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio