BreVisioni

Vendicatori – L’Iniziativa

di AA VV
Panini Comics, apr. 2009 – 96 pagg. col. bros. – 4,30euro
Non ho mai letto L’Iniziativa sino ad ora e devo dire che ho approcciato l’albo con un po’ di scetticismo. Il primo episodio, “Bocciato”, ad opera di Gage e Uy, è una sorta di divertissement slegato da Secret Invasion e giocato su tutta una serie di rimandi e citazioni alla prima parte di Full Metal Jacket di Kubrick. Il meccanismo funziona e la storia tutto sommato diverte, soprattutto il personaggio di Taskmaster nei panni del Sergente Hartman. A seguire tre episodi strettamente connessi all’invasione, con a supporto di Gage ai testi e , Steve Kurth e Harvey Tolibao alle illustrazioni, decisamente migliori: protagonista assoluto del trittico è l’Uomo 3-D, dotato di un potere che potrà fare la differenza nella lotta all’invisibile occupazione aliena. A supporto farà la sua comparsa l’annunciata Skrull Kill Krew, ideata anni fa nientemeno che da e e ancora inedita in Italia. Purtroppo pero’ la celebre paternità di tali personaggi non è garanzia di qualità e la trama si limita ad assolvere la funzione di svelare i piani alieni per Camp Hammond e a fornire ulteriori informazioni sull’importante figura rivestita da Criti Noll, il super Skrull che ha preso le fattezze di Hank Pym, nonché su alcuni degli alieni infiltrati. Più interessanti le apparizioni del Crociato, “l’unico Skrull buono” e del nuovo Ant-Man, indubbiamente non il più audace degli eroi, ma certamente dotato di un buon potenziale narrativo. Staremo a vedere. (Mattia Signorini)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

BreVisioni

Vendicatori: L’Iniziativa

di e
Panini Comics, mag. 2008 – 120 pagg. col. bros. – 5,30euro
Lo sceneggiatore abbandona le atmosfere ironiche di She-Hulk per passare alle tinte drammatiche di questa nuova serie, decisamente più in linea con le attuali tendenze di Casa Marvel. Non saprei dire quanto possa servire un’altra serie “vendicativa”, ma è perfettamente comprensibile da un punto di vista commerciale sfruttare la rinnovata popolarità del supergruppo dovuta principalmente all’ottimo lavoro di sceneggiatori come Bendis (New Avengers, Mighty Avengers) e Millar (Civil War). Contrariamente a quanto recita il “flash” in copertina non è una storia completa ma piuttosto l’esordio, parzialmente collegato a World War Hulk, di un gruppo governativo segreto, una squadra per le missioni sporche. Ne leggeremo ancora le gesta in futuro su Iron Man & i Potenti Vendicatori. I testi di Slott non sono strabilianti, ma sono abbastanza ben costruiti e accurati nel descrivere le relazioni tra personaggi, con trame discretamente interessanti. Molto gradevoli i plastici disegni dell’italiano Caselli, che ha uno stile che trova la sua naturale sede in fumetti di questo genere. (Paolo Garrone)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio