BreVisioni

Amazing X-Men #1 – The quest for Nightcrawler Part 1 (Aaron, McGuinness)

Amazing X-Men #1 – The quest for Nightcrawler Part 1 (Aaron, McGuinness) - AXMChe nel mondo del fumetto supereroico la morte sia un concetto se non inesistente, quanto meno relativo, è cosa risaputa.
Nel nuovo Amazing Marvel Now la rinascita tocca a uno dei mutanti più amati: Nightcrawler, l’elfo teutonico passato a miglior vita nel 2010, durante Secondo Avvento. Con la sua dipartita era scomparso uno dei migliori e più complessi supereroi del cosmo Marvel.
Anziché soffermarsi sulla necessità o meno dell’ennesima rinascita di un personaggio, per quanto amato ed efficace come Kurt Wagner, ciò che forse merita evidenziare è l’incipit di questa storia, confezionata da ed , non in linea con la figura del protagonista.
Il “Paradiso” dove Nightcrawler ci viene mostrato è molto lontano, per ambientazione e atmosfere, dal profondo sentire cattolico e religioso che, grazie ad autori come Chris Claremont, ha pervaso il personaggio, combattuto da sempre tra l’etica religiosa e il suo ruolo di eroe. Un aldilà più vicino a una visione new age, che visivamente rimanda ad atmosfere bucoliche tipiche del pensiero classico greco, che richiama anche nell’architetture. Un’ambientazione che stride con la sensibilità del personaggio, che peraltro in questa prima storia non sembra porsi molti quesiti sul senso del luogo dove risiede.
Questa nuova resurrezione nell’universo Marvel lascia al momento perplessi da un punto di vista narrativo e magra consolazione sono le tavole pulite e l’ottima caratterizzazione mimica e facciale dei personaggi data da McGuinness.

Abbiamo parlato di:
Amazing #1 – The quest for Nightcrawler Part 1 (of 5)
, , Dexter Vines
Marvel Comics, novembre 2013
32 pagine, spillato, colori – 3,59 $

 

Amazing X-Men #1 – The quest for Nightcrawler Part 1 (Aaron, McGuinness) - AmazingXMen001_04-1024x791

1 Commento

1 Commento

  1. Giuseppe Saffioti

    Giuseppe Saffioti

    16 dicembre 2013 a 01:22

    E’ in questi momenti che odio il fatto di non avere una fumetteria sotto casa, o quanto meno nelle vicinanze.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio