Mostre e incontri

Venerdì 22 novembre, presso la libreria Didot di Pesaro, conversazione e mostra di tavole originali con Liliana Salone

cover-ilbeneficiodellinvetario-web1

Comunicato Stampa

Venerdì 22 novembreVenerdì 22 novembre, presso la libreria Didot di Pesaro, conversazione e mostra di tavole originali con Liliana Salone - cover-ilbeneficiodellinvetario-web
Libreria Didot
Via Passeri 34, Pesaro
IL BENEFICIO DELL’INVENTARIO
Conversazione con Liliana Salone e a seguire inaugurazione mostra delle tavole originali
MOSTRA dal 22 al 28 novembre 2013

Un’isola lontana, un artista discusso e amato, disegni e documenti dal significato ambiguo che riemergono dopo anni di oblio. Ecco gli ingredienti che compongono il repertorio visivo creato da Liliana Salone per questo irregolare graphic novel, costruito come un gioco visivo di esplorazione e scoperta, percorrendo il filo sottile del realismo scientifico e dell’immaginazione romantica. Venerdì 22 novembre alle ore 17 presso la Libreria DIDOT, in Via Passeri 34, Pesaro, l’autrice Liliana Salone presenta il volume Il Beneficio dell’Inventario (GIUDA edizioni, Ravenna 2013), con la partecipazione di Marco Lobietti (GIUDA edizioni). A seguire dalle ore 18 il pubblico è invitato all’inaugurazione della mostra delle tavole originali. L’esposizione continua fino a Venerdì 28 novembre.

IL BENEFICIO DELL’INVENTARIO
di Liliana Salone
www.giudaedizioni.it/wordpress/il-beneficio-dellinventario/
Formato: 16×24
Pagine: 48
Prezzo: 10 euro
ISBN: 9788897980100

IL CATALOGO DELLE COLLEZIONI APPARTENUTE AL PITTORE ROMANTICO CASPAR D. FRIEDRICH DIVENTANO I MATERIALI DELL’ENCICLOPEDIA VISIVA DISEGNATA DA LILIANA SALONE.

IL LIBRO / LA MOSTRA
Ritrovato dopo anni di oblio, “Il Libro di Inventario della Collezione Friedrich” fu redatto nei primi anni del Novecento per catalogare e stimare il valore dei beni appartenuti al pittore più celebre del romanticismo tedesco, Caspar D. Friedrich. Stravagante collezionista, l’artista raccolse e organizzò una personale wunderkammer nella residenza di Greifwalder Oie. Compongono l’inventario innumerevoli oggetti e enigmatici documenti: frammenti di carte geografiche, piante officinali, reperti archeologici, miniature e monili, unguenti e veleni, ritratti di amici, nemici e sconosciuti. Tutti collocati con minuziosa perizia in teche di legno, le raccolte appaiono come rebus indecifrabili, capitoli di una personale enciclopedia in cui si intrecciano memoria personale e ricerca storica. Liliana Salone ricostruisce con disegni a matita, dettagliati e al contempo sintetici, in 36 tavole illustrate l’intero catalogo dei reperti, riaccendendo con malinconica fascinazione il ricordo delle cose perdute.

GIUDA EDIZIONI è il marchio editoriale di Associazione Culturale Mirada. La casa editrice si è costituita nel gennaio 2011 con l’obiettivo di pubblicare l’opera di artisti e autori attivi nel settore del fumetto e dell’illustrazione.

www.giudaedizioni.it

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio