Recensioni

Tyrex di Mauro Entrialgo: storie del dinosauro assassino

tyrex_thumb

Tyrex di Mauro Entrialgo: storie del dinosauro assassino - Tyrex_cover_miniMadrid, anni ’90, Tyrex è un lottatore professionista “tranquillo, riflessivo e paranoico che indossa perennemente una testa da dinosauro; convive con inquilini particolari: Rafa “Demonio Rosso”, latin lover da bar; Higueras, dall’apparenza tranquilla ma spesso fatto di coca e fedelissimo a trash tv e Moana Pozzi, e José Miguel “Atomo” Espinosa, giovane e spilorcio. Si aggiungono all’allegra compagnia Jorge, Sonia e Drugos. Personaggi principali e secondari ci vengono presentati da Mauro Entrialgo in maniera più che ironica e a tratti imbarazzante nelle prime pagine, tanto per farci capire il tono della narrazione e con chi abbiamo a che fare.

Non ci sono didascalie ma solo dialoghi veloci o voci fuori campo a narrarci le epiche gesta e i passaggi principali o le perle di “saggezza” dei protagonisti vengono messi in risalto da vignette a sfondo rosso con il personaggio racchiuso in una nuvoletta dai contorni variabili, che ricorda molto la fine di gag umoristiche con jingle incorporato.
Tyrex di Mauro Entrialgo: storie del dinosauro assassino - tyrex_vignettaSuggeriscono il fatto che si tratti di una raccolta le variazioni grafiche di font e i motivi dell’intestazione di ogni pagina, che mantengono però i colori base di tutto il libro: rosso, nero e bianco. La continua alternanza di colori così forti crea un accattivante contrasto visivo e sottolinea la potenza dei personaggi, che si stagliano con forza sullo sfondo quasi sempre bianco.

Nonostante i quattro amici vengano descritti come lottatori, si allenano poco, strizzati in tutine da supereroi o con canottiere da veri e propri duri. Per lo più, infatti, li vediamo in scene di vita domestica, alla prese con frigoriferi vuoti, film porno, tatuaggi improponibili, metodi alternativi per saltare il turno di pulizie settimanali, elettrodomestici in rivolta.
Dietro alle battute sconcissime, che lo fanno pensare un fumetto per soli maschi (e forse un po’ è vero), veniamo sorpresi da alcune brillanti riflessioni sulla società, la vita, la morale e i media.
Il libro raccoglie strisce disegnate fra il ’91 e il ’98 ed è stato presentato in anteprima nazionale al festival Disegni Diversi di Fano lo scorso settembre; potete vedere breve intervista all’autore e performance di live painting con caffé qui:

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=PEP3KZmBtHc]

Sarebbe interessante fare incontrare questi personaggi a Mr. Wiggles di Neil Swaab e vedere che ne salta fuori.

Mauro Entrialgo, nato a Vitoria-Gasteiz nel 1965, è uno dei più importanti autori di fumetti spagnoli. Decisamente poliedrico, nel suo blog svetta una mappa concettuale disegnata a mano che mette in evidenza le sue molteplici abilità artistiche e il suo curriculum variegato: collaboratore di prestigiose testate giornalistiche fin dai primi anni ottanta, ha pubblicato oltre cinquanta fra graphic novels, album a fumetti e strisce umoristiche, oltre a lavorare abitualmente per il teatro, il cinema e la televisione; è anche chitarrista solista nel gruppo rock Esteban Light.

Abbiamo parlato di:
Tyrex
Mauro Entrialgo
Traduzione di Morgana, arrembaggi&alchimie editoriali
Diábolo Edizioni, Marzo 2013
54 pagine, brossurato, colori – 12,95 €
ISBN: 9788415153948

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio