BreVisioni

Sottobosco (Friedl)

Greta è una ragazza tormentata da un ricordo oscuro che giace sepolto nel suo passato. Un ricordo che cerca di soffocare con l’uso di droghe e che le impedisce di Sottobosco (Friedl) - sottobosco_cover_storevivere una vita normale con il suo compagno Holden, trascinandola giornalmente in un vortice d’incubi e visioni. Sarà un evento inaspettato a riaprire la dolorosa porta sulla verità.
Sottobosco, romanzo d’esordio del ventitreenne Isaak Friedl, autore di alcune storie brevi con il gruppo Delebile e con Crazy Camper, è una storia cupa e visionaria che esamina, attraverso il personaggio di Greta, la consapevole modificazione della memoria e il peso insopportabile che alcuni ricordi comportano; un viaggio doloroso che conduce all’accettazione delle proprie paure. L’autore si dimostra bravo a padroneggiare un racconto che si muove sul labile filo della realtà e dell’immaginazione, per deflagrare nell’inaspettato e spiazzante finale.
Il tratto segue l’andamento della trama, presentando, nella prima parte, tavole soffocanti, piene e volutamente grezze. Gli sfondi sono costantemente ricoperti da una patina grigia di erbe e rampicanti (il sottobosco dei ricordi) che avvolgono e aggrovigliano il corpo di Greta, mentre nella seconda parte, con il ritorno dei ricordi, le tavole diventano pulite e disegnate con una linea che si staglia, nitida, su sfondi bianchi e inquietanti.
Un esordio notevole, edito dalla Tunuè nella sua collana Le Ali, linea che presenta nuove proposte a un prezzo decisamente interessante.

Abbiamo parlato di:
Sottobosco
Isaak Friedl
Tunuè, 2013
220 pagine, brossurato, bicromia – € 9,90
ISBN: 9788897165651

 

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio