Cronache

Le mostre di Lucca Comics 2013 – Palazzo Ducale

Thumb

Come ogni anticipano l’evento lucchese e restano visitabili anche dopo la fine della mostra mercato: sono le mostre dedicate ai temi e gli artisti protagonisti di 2013. Ne abbiamo visitate alcune, documentate in un piccolo reportage fotografico

Il tema dell’edizione 2013 del è “Questioni di Stile” e il primo padiglione della mostra è dedicato a sette protagoniste del fumetto italiano e mondiale: Eva Kant, Fujiko Mine, la Donna Invisibile dei Fantastici Quattro, Catwoman, Valentina, Satanik e Wonder Woman.

Il secondo padiglione è tutto dedicato all”italiano Giulio De Vita. Da Lazarus Ledd alle collaborazioni con gli 883, dalla partecipazione ai videoclip di ZuccheroSting e Vasco Rossi, fino a diventare uno dei disegnatori della saga di Thorgal. Il ricco numero di tavole ospitate documenta l’evoluzione dello stile del disegnatore e consente di apprezzarne il tratto ecclettico e versatile.

Hermann Huppen, vincitore nella scorsa edizione con il Gran Guinigi al Maestro del Fumetto, è il protagonista del terzo spazio: in un’allestimento che mira a dare il massimo risalto alle ricche tavole del maestro belga.

Sulle tracce di Guy Delisle è un percorso che si muove tra le tavole dell’autore canadese, esponente di rielievo del graphic journalism internazionale. I vari pannelli della sala ospitano pagine provenienti dai suoi libri recenti e grazie alla traduzione apposta su dei pannelli mobili, sono apprezzabili nella loro veste di originali, che fruibili da un punto di vista narrativo.

L’illustr-autrice bolognese Beatrice Alemagna è ospitata nella sala successiva; una ricca esposizione dei suoi lavori permette di apprezzarne la varietà di stili e tecniche, in un percorso che che parte da Un leone a Parigi (Donzelli) per arrivare all’anteprima del nuovissimo albo di prossima pubblicazione per Topipittori.

Stephan Martinière è un artista il cui lavoro spazia tra cinema, videogiochi e illustrazione. Un allestimento ad hoc introduce il visitatore nell’immaginario futuristico e iperrealista che l’artista riproduce nelle sue opere.

Terry Moore è l’ultimo artista ospitato nel Palazzo Ducale, assieme alle sue  Francine e Katchoo, protagoniste della sua opera più famosa: Strangers in Paradise. Nell’anno del ventennale della serie vengono esposte per la prima volta al mondo le tavole originali del capitolo finale della titolo. Assieme a queste figurano anche pagine tratte da Echo, e il lavoro più recente dell’autore di Austin, Rachel Rising.

ù

 

Foto di Eleonora Pinzi

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio