Cinema e TV

Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D. – Intervista all’attrice Pascale Armand

agentsofshield3

A poche ore dalla trasmissione del quarto episodio della serie Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D., vi presentiamo una intervista all’attrice Pascale Armand, guest star della nuova puntata nel ruolo di Akela Amador. Pascale è comparsa in precedenza in altri serial tv tra i quali sono da citare Criminal Intent, Law & Order: Trial By Jury e My America.

Grazie per aver accettato di parlare con noi. Puoi innanzitutto parlare ai nostri lettori di te e della tua carriera?Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D. - Intervista all'attrice Pascale Armand - pascalearmand-270x200
Mi sono diplomata al Graduate Acting Program della Tisch School of the Arts alla New York University. Principalmente sono un’attrice di teatro, ho lavorato in vari stati degli Stati Uniti, ho fatto qualche parte in tv e in alcuni film.

Come sei stata coinvolta in Marvel’s Agents of SHIELD? Hai dovuto fare una audizione? Ce ne puoi parlare?
Vivevo a New York e il mio agente mi ha chiesto di registrare un filmato per un’audizione per uno spettacolo a Los Angeles. Ho spedito la registrazione entro la scadenza prefissata e circa una settimana dopo avevo la parte.

Puoi parlarci del personaggio da te interpretato, ovvero Akela Amador?
Ho ricevuto la sceneggiatura del mio episodio il giorno prima di partire per Los Angeles. L’ho letta sull’aereo. Lì ho preso alcune decisioni preliminari sul mio ruolo di Akela e sulla sua relazione con l’agente Coulson, ma volevo aspettare di incontrare Roxann Dawson [regista dell’episodio ndr] e prima di prendere decisioni definitive. Ho visto il film degli Avengers (non l’avevo ancora visto) e ho fatto qualche lezione in una palestra non lontana dal mio hotel così da prepararmi per le scene di combattimento con Ming-Na Wen!

Questa serie è appena al suo quarto episodio, ma da mesi la sua realizzazione è stata attesissima dai fan. Vi è stata una certa pressione nel fare parte di qualcosa di così atteso?
Sapevo che la serie sarebbe andata in onda sulla ABC, ma non avevo idea di quanto fosse attesa. Sono sempre sotto pressione perché voglio dare il meglio, in qualsiasi cosa faccio. Sono fatta così. Ho incominciato a intravedere quanto fosse grande questa produzione quando ero a lavorare sul set, sono dovuta andare a Stoccolma, in Svezia, poi sono tornata a NY. Tutti lì parlavano della serie e c’erano cartelloni pubblicitari ovunque.

Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D. - Intervista all'attrice Pascale Armand - shieldepisodio4

Come è stato lavorare con il resto del cast? Puoi parlarci di loro?                                                                                                                             Sono stati tutti molto carini e abbiamo lavorato sodo, è stato molto bello farne parte. è meraviglioso, un vero gentleman che fa in modo che il suo partner di scena dia il meglio di sé. La sua professionalità si esprime in ogni ambito. È stato magnifico aver finalmente incontrato Ming-Na! Ho visto un sacco dei suoi lavori. Iain [De Caestecker ndr] ed Elizabeth [Henstridge ndr] erano così premurosi, è stato adorabile. È stato magnifico lavorare con ognuno di loro.

Puoi raccontarci qualche aneddoto della tua esperienza sul set? Quali sono state le indicazioni che ricevevi dalla regista, Roxann Dawson?
La mia esperienza è stata piuttosto spettacolare. Era la prima volta su un set così grande con un ruolo così considerevole. Non mi ero mai confrontata con niente del genere. Non ho altro da dire eccetto che è stata un’esperienza magnifica e ho imparato molto. È stato stupendo lavorare con Roxann. Ho apprezzato molto la sua capacità di tirare fuori il meglio dai suoi attori. Credo che lei sia stata in grado di farlo con me.

Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D. - Intervista all'attrice Pascale Armand - shieldepisodio41

C’è stato un momento, durante la lavorazione dell’episodio, che ti ha colpito particolarmente? E se sì, perchè?
Vorrei aggiungere che l’intera lavorazione mi ha impressionato, perché ho potuto provare sulla mia pelle tutto ciò che sarebbe andato a formare lo spettacolo di un’ora che sono solita vedere sullo schermo della TV. È un sacco di lavoro. Inoltre è un metodo completamente diverso da quello teatrale, al quale ero abituata. Quello che riguardava il CGI è stato affascinante. Mi hanno dovuto spiegare alcune cose perché non sapevo cosa stessi guardando o come sarebbe stata l’immagine finale. Credo che tutti attendessimo di vederlo! È parte dell’eccitazione che pervade questo spettacolo. Gli aspetti visivi sono così stupefacenti che non sei preparato a ciò che vedrai!

Quali sono attualmente i tuoi prossimi progetti?
Ora sono tornata a New York. Si stanno muovendo un po’ di cose, ma sono ancora in forse quindi è un po’ presto per parlarne. Sono contenta della notorietà che la serie mi ha conferito e ne sto godendo i frutti.

 

English version here: lospaziobianco.com/248-marvels-agents-of-shield-pascale-armand

Traduzione di Riccardo Melito

 

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio