Nuvole di celluloide

Nuvole di Celluloide: Man of Steel 2, Ciudad, X-Men: Days of Future Past

Nuvole di Celluloide: Man of Steel 2, Ciudad, X-Men: Days of Future Past - supermanlogohires2

Man of Steel 2

Intervistato nei giorni scorsi da Digital Spy, lo sceneggiatore ha affrontato nel dettaglio la scelta di fare uccidere a Superman Zod nel finale della cruenta battaglia vista nel film, spiegando che la regola “non uccidere” presente nei fumetti non può valere anche per il cinema.

“Eravamo abbastanza sicuri che sarebbe stato qualcosa di controverso. Non ci stavamo illudendo, e non lo abbiamo fatto solo per essere cool. Abbiamo ritenuto, nel caso di Zod, di mettere il personaggio in una situazione impossibile e dove fare una scelta impossibile.
Ho scritto dei fumetti e conosco questa regola su cui sono d’accordo alcuni dei miei colleghi sceneggiatori di fumetti, ovvero che ‘Superman non uccide’. E’ una regola che esiste al di fuori della narrazione e io non credo in regole del genere. Credo che quando si scriva al cinema o in televisione, non si possa contare su una stampella o una norma che esiste al di fuori della narrazione del film.
La situazione in quel caso era: Zod dice che non ha intenzione di smettere fino a quando Superman non l’ha ucciso o lui non uccide Superman. La realtà è che nessuna prigione sul pianeta avrebbe potuto contenerlo e nel nostro film Superman non può volare sulla luna, e non volevamo venircene fuori con questa sorta di stampella narrativa.
Anche il nostro film è stato in un certo senso un Superman Begins, visto che lui non è proprio Superman fino alla fine del film. Abbiamo voluto che lui sentisse la colpa di aver preso una vita e poi analizzare questo anche nei prossimi film. Per il semplice fatto che lui è Superman e le persone lo idolatrano adesso dovrà portarsi ad un livello più alto”.

In altre dichiarazioni concesse alla Associated Press, Goyer ha sostenuto che non sarà influenzato dalle opinioni dei fan quando si tratterà di completare la sceneggiatura per il prossimo film con Superman e Batman.

“Da un punto di vista dei fan, siamo consapevoli di questo quando si lavora su cose del genere, ma non è possibile lasciarsi paralizzare. Alla fine della giornata devi ancora creare qualcosa. E se si pensa: ‘Beh, cosa piacerebbe ai fan’ allora si smette di essere creativi. Dove si va a finire? Devi scrivere la storia che vuoi scrivere, e sperare poi che la gente voglia andarla a vedere”.

Nel frattempo, inizia a muoversi il macchianrio produttivo che porterà alle riprese del sequel sull’uomo d’acciaio che vedrà l’apparizione di nel ruolo di Batman. Nei giorni scorsi il sito BelnAMovie ha diffuso un annuncio per la ricerca di comparse nell’area di Los Angeles, con un casting fissato per il prossimo 19 ottobre nella città californiana. L’annuncio sul casting è stato in seguito rimosso, e una nota del sito inviata alla pagina facebook di Man of Steel Fan Page ha spiegato le ragioni con il fatto che anche la selezione è stata cancellata per questioni inerenti la segretezza.

Nuvole di Celluloide: Man of Steel 2, Ciudad, X-Men: Days of Future Past - batmanvssuperman 

Nuvole di Celluloide: Man of Steel 2, Ciudad, X-Men: Days of Future Past - x-men-days-of-future-past-banner1

X-Men: Days of Future Past

Intervistato nei giorni scorsi dal quotidiano Belfast Telegraph, l’attore Alan Cumming è tornato a parlare della sua mancata partecipazione a X-Men: Days of Future Past nel ruolo di Nightcrawler.
L’attore ha avuto modo di evidenziare che, per qualche mese, sembrava possibile una sua apparizione nel sequel diretto da Bryan Singer, ma che questo è poi diventato impossibile per una serie di ragioni.

“C’è stato un periodo in cui forse sarebbe potuto succedere, ma non ero disponibile e quindi non è accaduto. Certamente non sarei morto dalla voglia di tornare a fare tutto quel make-up e di essere messo a penzoloni su dei cavi e avere una coda. Non fraintendetemi, ho sempre pensato che fosse un grande film [X-Men 2 ndr], ma non è stata l’esperienza preferita della mia vita. Se mi avessero chiesto di tornare, sarei tornato”.

Ciudad

La Sierra Pictures ha annnuciato che finanzierà e produrrà l’adattamento per il grande schermo di Ciudad, graphic novel creata da Anthony e Joe Russo (i registi del sequel di Capitan America), Ande Parks e Fernando Leon, pubblicato dalla Oni Press che narra la storia di un mercenario ormai stanco, assunto da un signore della droga brasiliano per recuperare la figlia da Ciudad del Este in Paraguay, una delle città più pericolose e corrotte al mondo.
La produzione della pellicola, la cui sceneggiatura è stata realizzata dai fratelli Russo, inizierà nella primavera del 2014 in Colombia per la regia di John Pogue, mentre Dwayne Johnson, inizialmente indicato come protagonista, non sarebbe più coinvolto nel progetto.
Eric Gitter e Peter Schwerin parteciperanno in veste di produttori tramite la Closed on Mondays Entertainment, con i Russo e Joe Nozemack che saranno produttori esecutivi in collaborazione con David Guillod.

Nuvole di Celluloide: Man of Steel 2, Ciudad, X-Men: Days of Future Past - Avengers_Acura_ShieldOpsSite2

Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D.

Dopo l’ottimo esordio in termini di ascolti, la ABC ha subito replicato, nella giornata di giovedì, la trasmissione dell’episodio pilota. Intanto, intervistato nei giorni scorsi da KsiteTv, il produttore esecutivo Jeffrey Bell ha parlato del serial concentrandosi in particolare sulla figura dell’agente Coulson, e in particolare sul suo ritorno dopo la presunta morte in The Avengers, assicurando che molte domande avranno una risposta nel corso della prima stagione.

“Vi posso assicurare che ci accingiamo ad esplorare cose nuove, a rispondere alle domande, a sollevare di nuove fino in fondo; lavorare con Clark [Gregg ndt] è stato grande. Diciamo sempre che ci sono due ragioni per cui la gente ama l’Agente Coulson. Una di queste è Clark Gregg. L’altra è che fa davvero percepire il personaggio come noi gente normale; un tipo che è così intelligente, e divertente… è un personaggio divertente da scrivere. E’ la versione migliore di tutti noi. Lui è nel giro dei supereroi, sembra normale, ma penso che in un universo normale, lui sarebbe chiaramente una rockstar”.

In un altra intervista concessa a CBR, gli showrunner e Maurissa Tancharoen hanno puntato l’attenzione sulle sfide derivanti dal creare uno show ambientato in un universo stabilito da dei film e pieno di personaggi provenienti dalla realtà dei fumetti.

“Per il fatto che racconteremo storie differenti ogni settimana, sentivamo fosse importante non avere vincoli verso una mitologia che già esiste con i nostri personaggi principali, ed essere in grado di inventare man mano che andremo avanti. Si possono incontrare persone lungo il percorso che hanno storie e background già stabiliti e che sono noti, ma abbiamo sentito che, per i nostri personaggi principali, fosse importante per loro avere una sorta di porta aperta e quindi una vasta gamma di cose che possiamo fare con loro”.

Diffuso nel frattempo un video che mostra la realizzazione delle musiche del serial, composte da Bear McCreary.

Nuvole di Celluloide: Man of Steel 2, Ciudad, X-Men: Days of Future Past - url1

Intervistato da Digital Spy, l’attore ha parlato della seconda stagione del serial basato sull’eroe DC Comics, facendo riferimento alla possibilità che più personaggi facenti parte della Justice League possano comparire in altri episodi, dopo il già programmato Flash interpretato da Grant Gustin.

“Non deve essere un film. Stiamo lavorando di concerto con la DC e più lo faremo nel modo migliore ed efficace, più opportunità avremo nell’avere forse i membri della Justice League nel nostro show. Questa è una prospettiva molto interessante da esaminare in qualche modo lungo il cammino”.

Runaways

Durante un podcast con Jeff Goldsmith svoltosi nei giorni scorsi, lo sceneggiatore ha parlato del mancato adattamento cinematografico della serie Marvel Runaways, che fu messo nel limbo dai Marvel Studios per puntare su The Avengers.

“Siamo stati davvero vicini a realizzarlo, e poi è successo che hanno iniziato a lavorare su questo film chiamato ‘The Avengers’. Stranamente, ha distolto attenzione da Runaways… Forse sarà un film della Fase Tre. Lo spero davvero. Sono davvero orgoglioso di esso e penso che sarà un film brillante, ma credo che tutto dipende da Kevin Feige, presidente della Marvel, e dai suoi piani”.

Cinebrevi

Universal Studios Home Entertainmen ha annunciato nei giorni scorsi l’uscita di un Blu Ray Combo Pack di  per il prossimo 19 novembre.

Riprese di si sono svolte, secondo indiscrezioni, tra la nona e la decima strada e la 1st e 2nd Avenue a New York.

Diffuse da Dwayne Johnson due nuove immagine dal set di Hercules.

 

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio