Mostre e incontri

Il 29 agosto Popsophia incontra il fumetto al Castello della Rancia di Tolentino

giornate della rancia1

Comunicato Stampa

“O COMBATTI O SCAPPI OPPURE… DISEGNI”: POPSOPHIA INDAGA L’ARTE DEL FUMETTO

Giovedì 29 agosto al Castello della Rancia di Tolentino, la filosofia incontra la nona arte con , Giulio Giorello, Ilaria Cozzaglio e Gianfranco Tartaglia

Il 29 agosto Popsophia incontra il fumetto al Castello della Rancia di Tolentino - giornate-della-rancia

Può la realtà fantasticata del fumetto, tracciata in linee di grafite su foglio bianco rappresentare un oblò aperto al di là della tragedia quotidiana? Questa è una delle domande con cui Popsophia, giovedì 29 agosto, apre le Giornate della Rancia, la quattro giorni al Castello della Rancia di Tolentino incentrata sulla riflessione filosofica a partire dal tema della XXVII Biennale Internazionale dell’Umorismo nell’Arte, “O combatti o scappi (oppure ridi)”.

L’aforisma di John Morreall che ha mosso l’estro artistico di più di 1000 artisti da tutto il mondo, è stato preso come fulcro d’indagine per interpretare uno dei più gradi dilemmi della vita umana: davanti alla drammaticità del quotidiano l’uomo può scegliere, alla stregua degli animali, di combattere o di scappare oppure può fare l’unica cosa che lo differenzia dai quadrupedi: ridere.

Il riso, metodo sublime di conoscimento del mondo e di superamento del dramma, attraversa tutte le arti e passa anzitutto per la nona arte, il fumetto.

A confrontarsi con il tema “Oppure…disegni”, giovedì 29 alle 19.30 il giornalista, blogger del Sole 24 ore, fumettista e direttore di Lucca Comics e Napoli Comicon con un intervento focalizzato proprio su “Il fumetto”. Un modo per introdurre il mondo a strisce e balloon e per intendere il suo linguaggio e l’ironia che lo caratterizza.

A seguire uno dei più attesi contest tematici, il ring del fumetto della Scuola Internazionale di Comics che porta tra le cinta merlate del Castello della Rancia “Vignette sul ring” con la conduzione di Gianfranco Tartaglia, meglio conosciuto, assieme all’amico Pietro Gorini, con lo pseudonimo di Passpartout. Il match umoristico-sportivo vedrà i fumettisti sfidarsi tra loro a suon di matite, chiamati a interpretare il tema di Morreall.

La seconda serata, alle 22.30, invece ci porta nel mondo Disney con “La filosofia di Topolino”. Alla difficile impresa di tracciare un nesso tra la speculazione filosofica e il topo più famoso del mondo, l’epistemologo Giulio Giorello e la filosofa Ilaria Cozzaglio, autori del saggio omonimo. Al “Topo che pensa”, vengono ricondotte molte delle questioni propriamente filosofiche ed etiche. Il saggio oltre ad evidenziare, in un nesso ludico, il legame tra due ambiti generalmente considerati distanti, focalizza l’attenzione sull’effettiva potenza espressiva del fumetto, un genere autonomo, nobile, altro dalla letteratura o dal cinema ma comunque riconducibile al piano alto dell’arte.

www.popsophia.it

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio