Interviste

Wolverine: L’immortale – Intervista allo stunt Jeremy Marinas

In occasione dell’uscita nelle sale di Wolverine: L’immortale, il nuovo adattamento cinematografico sull’artigliato mutante canadese, vi presentiamo in esclusiva una intervista a Jeremy Marinas, che nella pellicola diretta da James Mangold ha fatto da controfigura all’attore nelle scene più difficili della pellicola. Jeremy ha lavorato nella sua carriera a molti film tra i quali sono da ricordare I Mercenari 2, Hunger Games, The Green Hornet e Sherlock Holmes-Gioco di Ombre.

Wolverine: L'immortale - Intervista allo stunt Jeremy Marinas - JeremyMarinas

Ciao Jeremy, puoi innanzitutto presentarti ai nostri lettori e parlarci della tua carriera come stunt?

Ciao, mi chiamo Jeremy Marinas e sono membro dell’87Eleven Action Design Team di stanza a Los Angeles, California. Sono arrivato a Los Angeles alla fine del 2008 e ho iniziato la mia carriera sotto la guida dei capi della compagnia, Chad Stahelski e Dave Leitch. Sono stato anche influenzato dai veterani del gruppo: JoJo Eusebio, Jon Valera e Daniel Hernandez. Sono stato molto fortunato a essere formato e guidato da un gruppo così spettacolare.

Come sei stato coinvolto nella lavorazione di The Wolverine? Hai dovuto fare una audizione?
Non ho dovuto fare un’audizione per ottenere il lavoro. Dave e i ragazzi all’87Eleven mi conoscevano perché mi avevano formato nei 5 anni precedenti, quindi sapevano esattamente cosa ero in grado di fare e quali erano le abilità che servivano al personaggio. Sono stato anche molto fortunato a combaciare così bene con Will.

Quanto tempo hai lavorato al film?
Abbiamo provato il film per un mese a Los Angeles, poi abbiamo fatto circa 5 mesi di riprese a Sidney, in Australia, quindi sono stati circa 6 mesi in totale.

Nel film sei la controfigura di , alias Silver Samurai. Ci puoi parlare di come è stato lavorare con l’attore?
Lavorare con Will è stato fantastico. È uno tra gli attori più devoti al suo lavoro tra quelli con cui ho avuto il piacere di lavorare. Ciò anche perché è un esperto artista marziale di Tae Kwon Do, insegnargli le nostre coreografie è stato facile come bere un bicchier d’acqua. Ci riusciva con estrema facilità e questo ha reso il nostro lavoro molto meno stressante. Allenarsi con Will è stato più simile ad un gruppo di lavoro che ad una classe di principianti.

Wolverine: L'immortale - Intervista allo stunt Jeremy Marinas - thewolverine11
Will Yun Lee in una scena del film

Il personaggio di Silver Samurai nel film è impegnato in alcune sequenze di combattimento con Wolverine in cui vediamo artigli contro spade. Puoi parlarci di come è stato girare queste sequenze? Quale livello di difficoltà portano scene di questo tipo?
Non credere in tutto ciò che leggi. Come succede quando si combatte, ogni scena di lotta ha le sue difficoltà. È stato divertente vedere il processo creativo prendere forma.

Quanto tempo ci vuole tra il realizzare la coreografia di una scena di lotta e poi portarla alla vita? E che tipo di allenamento hai dovuto affrontare?
Il tempo per realizzare le scene di lotta varia drasticamente in base alla durata, al numero dei partecipanti, alla difficoltà e al tempo che avevamo per provarle prima di girare. Dipendeva tutto dal combattimento e da come noi volessimo che apparisse sullo schermo. Per questo film, abbiamo provato i combattimenti per circa un mese finché non siamo andati a girare, poi ogni giorno che il regista non aveva bisogno di noi sul set, provavamo.

L’attore Will Yun Lee come ha affrontato queste scene? Come vengono coordinate queste sequenze tra attori e stunt? Immagino che certe scene non possano essere girate interamente dagli attori protagonisti.
Abbiamo realizzato le coreografie per venire incontro alle capacità di ogni attore, nel caso di Will, i suoi calci erano molto scenici, vista la sua formazione di Tae Kwon Do. La parte complessa del processo è di far interagire gli attori nelle coreografie, ma, visto che tutti in questo cast avevano una buona base atletica, ciò ha reso le danze tra loro più facili da realizzare. All’inizio abbiamo allenato ogni attore individualmente, partendo dalle cose basiche. Poi gli abbiamo insegnato le coreografie con gli stuntmen, in questo modo potevamo adattare le sequenze al ritmo più confacente ad ogni attore. Il passo finale è stato provare la coreografia con tutti gli attori finché non fosse pronta per essere ripresa. Ogni attore era allenato a compiere tutte le mosse di combattimento, ma anche ogni stunt così da poterli inserire quando gli attori non volessero prendere i colpi.

Wolverine: L'immortale - Intervista allo stunt Jeremy Marinas - wolverine_silversamurai1

Hai lavorato anche con Hugh Jackman, immagino. Puoi parlarci di lui e di come lavora sul set? E con quali altri attori hai avuto a che fare sul set?
È stato un gran privilegio poter lavorare con Hugh, è uno degli attori più carini con cui ho avuto il piacere di lavorare. Sul set è molto professionale ed è molto divertente lavorarci. È stato anche un onore incontrare e allenarsi con Hiroyuki Sanada. Mi ha insegnato molto sulla sua cultura e sul suo background come lottatore di Iaido. Tutto il cast era molto pragmatico, tanto che è difficile dire quale sia stata la persona con cui ho lavorato meglio. Ognuno si distingueva per qualcosa e credo che questo si vedrà chiaramente sullo schermo.

In definitiva, puoi dirci come è stata la tua esperienza nel lavorare a questa pellicola?
Aver potuto lavorare a questo film è stato un ottimo colpo per il nostro team, mettici che Wolverine è un personaggio icona parte della nostra infanzia, e fargli interpretare i combattimenti ninja è stato un sogno che si avverava. Letteralmente sembrava come se stessimo vivendo in un fumetto! Era spettacolare lavorare con tutti da James al resto della squadra. Non vedo l’ora di sapere come è venuto il film.

Ho visto che stai affrontando molti altri progetti attualmente. Ce ne puoi parlare?
Attualmente sto lavorando al nuovo film delle Tartarughe Ninja come controfigura di Michelangelo. Ma è tutto ciò che posso dirvi a riguardo.

ENGLISH VERSION

Hi Jeremy. First of all, can you please present yourself to our readers and tell us about your career as a stunt?
Hi. My name is Jeremy Marinas and i am a member of the 87Eleven Action Design Team based out of Los Angeles, Ca. I moved to LA in late 2008 and started my career being mentored by the heads of the company, Chad Stahelski and Dave Leitch. Also, having a big influence from my elders in the group, JoJo Eusebio, Jon Valera and Daniel Hernandez. I’ve been very fortunate to be brought up and guided by such a great team.

How did you get involved in The Wolverine? Did you have to make an audition for it?
I didn’t necessarily audition for the job. Dave and the guys at 87Eleven have known me for the last 5 years training me, so they know exactly what I can do and what skills were needed for the character. I was also just really lucky I was such a good match (looks wise) to double Will.

For how long have you worked on the movie?
We prepped the movie for a month in LA, and did about 5 months of shooting in Sydney, Australia so it was about 6 months total.

Wolverine: L'immortale - Intervista allo stunt Jeremy Marinas - The-wolverine-silver-samurai

In the film you are the body double of Will Yun, the actor who plays the Silver Samurai. Can you tell us how it was to work with him?
Working with Will was a blast. He is one of the most dedicated and hardest working actors I’ve ever had the pleasure to work with. Also, because of his background as an elite Tae Kwon Do artist, teaching him our choreography was easy as cake. He picked it up really quick which makes our job a lot less stressful. Training with Will was more just group training rather than teaching someone from scratch.

In the movie we can see Silver Samurai fighting some “fencing” combat sequences against Wolverine, claws versus swords. How would you describe filming these scenes? Which degree of difficulty does sequences like this imply?
Don’t believe everything you read. As for the fights, every fight scene has it’s difficulties. It’s just fun seeing everything come together.

How long does it takes between creating the choreography of a fight scene and bringing it to life? What kind of training did you have to go through?
Time put into making these fight scenes vary drastically depending on length, body count, difficulty and just rehearsal time allotted before we shoot. It all just depends on the fight, and how we want it to come across on screen. For this movie, we prepped all the fights for about a month until we got into shooting, then any days the director didn’t need us on set we trained and rehearsed the fights.

How Will Yun has taken on these scenes? And how these sequences were coordinated between actors and stunts? I believe that some scenes can’t be filmed entirely by the main actors.
We choreographed all the fights to compliment the skills that the actors were most comfortable with, in Will’s case, his kicks were really highlighted since we knew he grew up doing Tae Kwon Do. The tricky part of the process is getting the actors to do choreography together, but because everyone in this cast had a pretty athletic background, it made the dance between everyone so much easier. We trained each actor individually at first, building up from the basics. From there we would have them learn the choreography with stunt guys, that way we can rep the sequences at the rhythm each person was use to. The final step would be to run the choreography with all the actors until it was dialed in and ready to shoot. We had every actor trained to be able to do all the fight beats, but of course putting in the stunt doubles for any moves that the actors weren’t comfortable with and taking the hits.

Wolverine: L'immortale - Intervista allo stunt Jeremy Marinas - thewolverine3

You have also worked with Hugh Jackman, I suppose. Can you tell us about him and about how he works on the set? And which other actors have you had the chance to meet during the filming?
It was a great privilege working with Hugh. He’s easily one of the nicest actors I’ve had the pleasure to work with. On set he’s super professional and really fun to work fights with. Also, it was an honor meeting and training with Hiroyuki Sanata. He actually taught me a lot about his culture and background as an Iaido competitor. The whole cast was such a down to earth cast it’s really hard to pick a favorite to work with. Each person stood out in their own way and I think that will be very apparent on the big screen.

In sum, can you tell us how you judge your work experience on this movie?
Working on this film was a big deal to our stunt team, being that Wolverine is such an iconic character that was part of our child hood, and getting to play the ninjas fighting him was a dream come true. It literally felt like we were living in a comic book!
Everyone from James to the rest of the crew was a blast to work with. I definitely can’t wait to see how this film turned out.

I have read that you are currently working on many other projects. Can you tell us about them?
I am currently working on the new Teenage Mutant Ninja Turtles movie as the Michelangelo stunt double. But thats all I can say about that.

2 Commenti

2 Comments

  1. Carlo Coratelli

    Carlo Coratelli

    26 luglio 2013 a 19:55

    Grazie!

  2. ferrovecchio

    26 luglio 2013 a 18:38

    Complimenti per l’articolo. E’ sempre interessante conoscere i retroscena di film grandiosi come questo, specie se sei un appassionato di arti marziali.
    Buon lavoro continuate così.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio