Home > BreVisioni > Batman: I segreti del Cavaliere Oscuro (Bottero)

Batman: I segreti del Cavaliere Oscuro (Bottero)

Batman: I segreti del Cavaliere Oscuro (Bottero) - batman_segreti_cavaliere_oscuro_coverIn questo suo Batman: I Segreti del cavaliere Oscuro, segue la storia editoriale (anche italiana) del personaggio creato da Bob Kane e Bill Fisher, illustrandone fasi e trasformazioni nei vari media. L’approccio è divulgativo e diretto non tanto al fan quanto al lettore che del Cavaliere Oscuro ha una conoscenza limitata e che desidera estendere. Il volume mette bene in evidenza la pluralità di interpretazioni, addirittura la frammentazione delle narrazioni, alcune reciprocamente inconciliabili e la relazione fra scelte editoriali e cambiamenti, offrendo anche squarci sulla gestione dell’universo DC e della sua continuity.
Tono e linguaggio sono coerenti con questo approccio e si avvicinano molto a quello di un discorso orale, dove i passaggi ammiccanti servono, oltre che a enfatizzare alcune prese di posizione, ad agganciare l’attenzione del lettore. In alcuni casi, questa soluzione mette in evidenza forse più l’ironia stessa dell’autore che il punto di interesse, ma in generale non guasta la lettura, che resta scorrevole.
Molto gradevole l’impaginazione, con ampio corredo iconografico e larghi margini dove poter segnare le proprie annotazioni.
Proprio per il non voler essere un volume né per addetti ai lavori né per lettori esperti, questo di Bottero è un esperimento interessante, perché sonda l’estensione di un bacino di lettori che per il mercato fumettistico sarebbe importante agganciare: i dati di vendita/gradimento ne sarebbero una misura interessante.


Abbiamo parlato di:
Batman: I segreti del Cavaliere Oscuro
Alessandro Bottero
, 2012
151 pagine, brossurato, colori – 18,00 €
ISBN: 9788862521772

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.