Home > BreVisioni > True Faith (Ennis, Pleece)

True Faith (Ennis, Pleece)

True Faith (Ennis, Pleece) - true-faith_coverNigel Gibson è un giovane borderline, figlio trascurato di genitori lobotomizzati dalla routine, arrabbiato con un Dio che per lui è solo una grossa bugia. Terry Adair, anonimo venditore di prodotti per il bagno, di recente privato della moglie, morta di parto, è invece sicuro che Dio esista. E che sia, per dirla nel suo folle gergo da idraulico, il peggiore degli “ingorghi” da sturare. True Faith, opera seconda per , pubblicata per la prima volta nel 1989 sull’antologico britannico Crisis, parte dall’incontro fortuito fra Terry e Nigel e dal reclutamento forzato del secondo nella crociata del primo. La missione: uccidere l’Onnipotente.
C’è tutto l’Ennis che verrà: Dio come motore malvagio degli eventi, l’esistenza come prigione ai margini di un mondo che impone le sue regole inumane, la tensione dei personaggi che sfocia in picchi verbali e violenza esasperata, con il contrappunto di un’ironia acre. La scrittura è acerba, spesso fin troppo didascalica, l’impennata verso il sanguinoso finale si consuma con eccessiva rapidità, però la storia funziona, diverte e ha una gustosa catarsi nelle ultime pagine.
I disegni di Warren Pleece, anche lui poco più che esordiente, sono scabri ed ispidi, sorvolano sugli scenari e sugli oggetti, riassumendoli, si affidano a un tratteggio che più che definire le ombreggiature sottolinea le imperfezioni.
Per chi ama Ennis, True Faith vale l’acquisto. Per tutti gli altri: un lavoro discreto, non imprescindibile.

 

Abbiamo parlato di:
True Faith
Garth Ennis, Warren Pleece
Ed. , aprile 2013
96 pagine, brossurato, colore – 10,95 €
ISBN: 9788866915447

True Faith (Ennis, Pleece) - true-faith_sotto-600x315

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.