Home > Articoli > Recensioni > Toto l’ornitorinco

Toto l’ornitorinco

Toto l'ornitorinco - immagine1-655Su e giu’ per le foreste australiane, in compagnia di Toto, Scisci, Riri, Wawa, Fafa e tutti gli altri; mostri, veri e presunti, misteri, catastrofi e sogni. Un invito alla lettura ed alla contemplazione della serie gioiello di Omond e Yoann.

Incontrato per caso nelle pagine dell’enciclopedia Conoscere, il cui fascino derivava tanto dai disegni quanto dalla casualità della successione degli argomenti proposti (per cui si scoprivano di seguitoL’acido solforico, I melanesiani e La religione ebraica),l’ornitorinco mi conquisto’ immediatamente. Talmente incongruo da meritarsi un ordine ad hoc (Monotremi), raggiunse il delfino nella mia scala di simpatieanimali: è vero che hanno un becco molto simile fra loro,ma non saprei ancora dire se questa coincidenza mi avesse influenzato in qualche modo. Questasimpatia radicata forse gioco’ nell’incuriosirmi di Toto l’ornitorinco, allorche’ lo scorsi in fumetteria;ma quel che trovai, aprendo la copertina di quel primo volume, che da sola mi aveva catturato per lunghi minuti, non ebbe certo bisogno di quell’inclinazionepositiva. Ogni vignetta era un gioiello su cui lo sguardo indugiava e tornava;ogni tavola rivelava un mondo; e non sapevi se perderti nei colori, piuttostoche nelle espressioni dei volti o nell’agitarsi dei protagonisti. Fino a raggiungere le tavole dove il piccolo Toto incontra il signore dei sogni, incontro reso con stile da pittura rupestre primeva. Era il 2000, e da allora altri due volumi si sono aggiunti alla saga (un quarto è in arrivo): tutti dame attesi con trepidazione ed acquistati con gioia (e notevole salasso di valsente). In ogni albo, si rinnova il piacere puro della contemplazionedelle immagini, ed è francamente difficile resistere alla magia di questepagine: ai boschi ed ai fiumi; a personaggi come Scisci l’echidna (ho verificato: le echidne non sono di colore blu cobalto, ma non sonoriuscito a capire se hanno gli occhi rossi); Wawa il koala (Catastrofe!,oppure: Forte!); Riri il pipistrello (no, i pipistrelli non portano gli occhiali); Fafa, scoiattolo volante femmina di cui tutti sono invaghiti.Per non dire dei comprimari, ospiti d’occasione: il vombato, il Bunyip (ma come si fa a non dire niente del Bunyip? o di quella sua isola, dove si giunge trasportati in volo da una spirale di nebbia?); il grande serpente multicolore che conosce la storia del mondo; e tutti gli altri, che magari fanno semplicemente capolino in una o poche vignette.

Ah, naturalmente ogni albo ha una sua storia, in realtà molto semplice edallo scioglimento lineare, legato magari ad un espediente estemporaneo, ma sempre pervasa da un’atmosfera magica.Il tono della narrazione è lieve, ed ogni situazione potenzialmente cupa odrammatica è stemperata con allegria, in una battuta od una scenetta comica.Toto l'ornitorinco - immagine2-655Albo per bambini, dunque? Si’, nel senso che ne ha tutte le caratteristiche; e,certo, sarebbe meraviglioso che i bambini formassero il proprio gusto su questigioielli. Pero’, accidenti, dando un’occhiata al prezzo, c’e’ da dubitarne. Piuttosto, albo per appassionati in cerca di un’oasi di serenita’, dovenutrire lo sguardo e recuperare i gusti semplici, da mettere accantoalla serie dell’Angelo custode di Filippi e Revel o dei Monelli nello spazio dello stesso Omond, affiancato da Nesme (entrambi editi da BD).

Infine: spulciando i floridi scaffali di un secondo piano da sogno di unalibreria per ragazzi ad Aix-en-Provence, lo scorso agosto, scovai ilquarto volume della serie. Colto dal pernicioso raptus dell’appassionato, lo rigirai, per scoprire che il prezzo francese era 8.50 euro. Confesso diaverlo lasciato, ripetendomi, a mo’ di giustificazione, che i primi tre li avevo nell’edizione italiana. Ma non sono ancora sicuro di aver fatto bene. Chi capiti in terra di Francia, o bazzichi le vendite via internet, valuti l’acquisto dell’edizione originale: la lingua nondovrebbe costituire ostacolo insormontabile, e, certo, la bellezza dei disegnisarà eventualmente un ottimo stimolo per impararla.

Toto l’ornitorinco

Testi: Eric Omond
Disegni: Yoann
Editore:
Voll. 4 (in corso)

1. Toto l’ornitorinco e l’albero magico
Traduzione ed adattamento: Andrea rivi, Elisabetta Simonelli
Prezzo: 10.33 euro
2. Toto l’ornitorinco e il signore delle nebbie
Traduzione ed adattamento: Sergio Rossi, Laura Ridoni
Prezzo: 10.33 euro
3. Toto l’ornitorinco e i predatori
Traduzione ed adattamento: Sergio Rossi, Laura Ridoni
Prezzo: 11.36 euro
4. Toto l’ornitorinco e il rumore dei sogni
In uscita
Prezzo: 12.50 euro

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.