Home > Notizie > Nuove Uscite > ARTErnativa, a metà tra fumetto e guida culturale

ARTErnativa, a metà tra fumetto e guida culturale

Comunicato Stampa

ARTErnativa, il libro che spiega l’arte… da capra a capraARTErnativa, a metà tra fumetto e guida culturale - cover-ARTErnativa-mini

Dal 2 maggio disponibile il nuovo albo , divertente e improbabile fusione tra fumetto e guida culturale

Dal 24 aprile arriva in libreria ARTErnativa, edito da Dentiblù, un divertente quanto improbabile libro a metà tra il fumetto e la guida culturale.

Tre pseudo critici artistici in versione fumetto, Alberto Ghè, Andrea Lombardo e Pablo Renzi, autori e ideatori del libro, illustrano opere d’arte di ogni stile ed epoca fraintendendole puntualmente, fornendo titoli e commenti del tutto fantasiosi, arrampicandosi sugli specchi nella speranza di assumere un tono dotto e colto, il tutto con una encomiabile nonchalance.

E così la Gioconda non è che un’intrusa paratasi davanti al sommo Leonardo mentre questi cercava di ritrarre un paesaggio, o la testa del povero Oloferne diviene preda soltanto di un’imbranata parrucchiera di nome Giuditta. Un umorismo brillante e accessibile che, pur con lo strumento della farsa, riesce comunque a destare l’attenzione del pubblico nei confronti delle grandi opere d’arte. Un modo per diffondere la cultura italiana e non anche tra i più giovani che, grazie al sapiente ricorso allo strumento dell’ironia, riescono a immergersi tra i capolavori di Leonardo, Caravaggio, Michelangelo e molti altri. Infatti, sebbene le interpretazioni siano del tutto surreali ed improbabili, la riproduzione dell’opera d’arte è assolutamente fedele all’originale, con tanto di autore, titolo e anno.

La casa editrice Dentiblù torna a sperimentare la fusione di generi diversi. Dopo il fortunato albo “Le Fiabe Deficienti di Zannablù”, esilarante crossover tra fiaba e fumetto, il tutto in chiave suina, pubblica ora un interessante mix tra la guida artistica (non solo per le opere all’interno, ma anche per il formato), il libro umoristico (per i testi surreali e grotteschi) e l’albo a fumetti (grazie alla pregevole matita di Walter Leoni).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.