Home > BreVisioni > Rachel Rising 2 – Nel bene e nel malus (Moore)

Rachel Rising 2 – Nel bene e nel malus (Moore)

Rachel Rising 2 - Nel bene e nel malus (Moore) - RACHEL-RISING-002-202x300Chi è davvero Rachel? E perché si è risvegliata dalla morte? É l’unica o ce ne sono altre? 
Queste sono solo alcune delle domande che trovano risposta nel secondo volume “Nel bene e nel Malus” della nuova serie di edita in Italia da Bao.
Sarebbe però sbagliato credere che tutto sia stato spiegato, che la vicenda proceda in maniera lineare; al contrario la trama si infittisce di nuove situazioni e nuovi personaggi che certamente avranno un ruolo rilevante all’interno della storia. 
I registri in cui si muove Moore sono molteplici e tutti ben amalgamati: oltre all’horror più classico -già presente nel primo volume-, abbiamo forti elementi magici, esoterici ed alcuni riferimenti al periodo storico dell’inquisizione. La scrittura è senza dubbio il punto di forza della serie: Moore è in grado di cambiare il tono in pochissime scene, riuscendo ad essere allo stesso tempo ironico e profondamente intimo. Le caratterizzazioni dei personaggi, in questo secondo volume ulteriormente approfondite, risultano credibili e sono uno degli elementi che maggiormente coinvolgono il lettore, nonostante la indubbia bizzarria di alcuni personaggi. 
I disegni, sempre molto puliti e sinuosi, risultano essere piuttosto efficaci nel complesso e si prestano spessissimo a delle sequenze molto cinematografiche come si evince dalle inquadrature e dalle frequenti zoomate.
In definitiva un buon secondo volume per una serie che senz’altro riserverà notevoli sorprese.

Abbiamo parlato di:
Rachel Rising 2 – Nel bene e nel Malus
Terry Moore
Traduzione di Leonardo Favia
, febbraio 2013
128 pagine, bianco e nero, brossurato  – € 11,00
ISBN: 9788865431375

 Rachel Rising 2 - Nel bene e nel malus (Moore) - Footer

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.