Home > BreVisioni > Batman #10 (AA. VV.)

Batman #10 (AA. VV.)

Batman #10 (AA. VV.) - batman-2012-10-1C’è qualcosa di particolarmente attraente nel raccontare un grande complotto, un mistero in cui l’eroe di turno è al centro di una trappola che sta per scattare inesorabilmente. lo sa, e con l’intrigo della Notte dei Gufi è riuscito a catturare l’attenzione e il plauso di molti lettori. Ora che la lunga notte si sta avviando alla sua conclusione, c’è spazio per il detective, quello in grado di mettere insieme i pezzi e arrivare alla soluzione del caso. Il colpo di scena finale può forse lasciare alcuni lettori, consci delle meccaniche del fumetto seriale americano, un po’ scettici. Ma a questo punto tutto dipende da come l’autore chiuderà la vicenda, in parallelo alla rivelazione che emergerà dalla conclusione della side-story La caduta di Casa Wayne, che questo mese procede in modo interessante ma ancora oscuro.
Il resto dello spillato si stacca dal crossover sui Gufi e ritorna alla propria routine: Tony Daniel mette Batman contro un avversario temibile e apparentemente soprannaturale, in una storia che non lascia il segno, mentre in seguiamo sia i progetti di Dick Grayson per Gotham City, sia l’indagine che deve compiere indossando il costume del suo alter ego per capire chi si nasconde dietro un nuovo cartello criminale. Kyle Higgins costruisce ancora una volta una trama interessante e ben sviluppata.
Spiace notare l’assenza di qualunque editoriale, salvo quello introduttivo.

Abbiamo parlato di:
Batman # 10
Scott Snyder, , James Tynion IV, Rafael Albuquerque, Tony S. Daniel, Kyle Higgins, Eddy Barrows, Geraldo Borges
Traduzione di Stefano Visinoni
RW Lion – Febbraio 2013
72 pagine, spillato, colori – € 3,70
ISBN: 977887472334

Batman #10 (AA. VV.) - batma-2012-10image-1

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.