Home > BreVisioni > Zagor #568 – Le donne guerriere (Burattini, Laurenti)

Zagor #568 – Le donne guerriere (Burattini, Laurenti)

Zagor #568 – Le donne guerriere (Burattini, Laurenti) - ZagorProsegue l’incursione zagoriana nel cuore della foresta amazzonica, a due passi dalla Manaus di nolittiana memoria.
Vecchi nemici e nuovi amici si avvicendano in questo stralcio dell’avventura sudamericana. Il crudele Barranco spadroneggia e si conferma un villain senza sfaccettature, mentre il suo bieco mandante, Dorival, sfoggia sul corpo antiche ferite raccapriccianti che contribuiscono a posizionarlo bene nella nutrita Hall of Fame dei cattivi zagoriani. Il botanico Richard Spruce, incontrato nel numero precedente, è ben caratterizzato ma non emerge più di tanto e verso la conclusione ricompare una vecchia conoscenza, di cui non sveliamo il nome.
Ma le vere protagoniste sono ovviamente le amazzoni, le donne guerriere che danno titolo all’albo: bellissime e ipertecnologiche, dividono poco con le figure mitologiche da cui prendono il nome. Più che da un passato misterioso sembrano appena sbarcate da una astronave aliena, figlie di una civiltà superiore ma anche piuttosto fredda e poco umana.  In sostanza non è che la loro apparizione susciti un entusiasmo direttamente proporzionale alla lunga attesa sostenuta per arrivare sino a questo punto.
lavora molto di mestiere offrendo tanta azione ma poca suspense e coinvolgimento. non ci soddisfa offrendo una mediocre prestazione: deludono le figure anatomiche piuttosto approssimative riscattate (ma solo in parte) con la rappresentazione della natura che fa da contorno alla città delle amazzoni, viva e inquietante come le viscere di un organismo alieno.

Abbiamo parlato di:
Zagor #568 – Le donne guerriere
Moreno Burattini, Mauro Laurenti
, novembre 2012
96 pagine, brossurato, bianco e nero – 2,90€

Zagor #568 – Le donne guerriere (Burattini, Laurenti) - zagor-gigante-5680001
Zagor, n. 568, novembre 2012, p. 98

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.