BreVisioni

Dracula di Bram Topker (Enna, Celoni, Andolfo)

Dracula di Bram Topker (Enna, Celoni, Andolfo)

Dracula di Bram Topker (Enna, Celoni, Andolfo) - Topolino-Dracula-di-Bram-Topker-brevOgni tanto sulle pagine del settimanale “Topolino” vedono la luce opere particolari, la cui qualità si pone parecchie spanne sopra alla media delle avventure pubblicate (che pure, negli ultimi due anni, si è attestata ad un livello più che soddisfacente). 
E’ bello vedere come Italia decida di dare un riconoscimento a queste perle del fumetto ristampandole in volumi ad hoc, eleganti e che permettono maggior diffusione alla storia.
Così è stato per La Vera Storia di Novecento di Alessandro Baricco, Tito Faraci e Giorgio Cavazzano, e ora stessa sorte è toccata a  di Bram Topker, avventura scritta da per i disegni di e i colori di Mirka Andolfo, apparsa su “Topolino” lo scorso maggio raccogliendo il plauso di un gran numero di lettori.
L’edizione che la ha presentato alla scorsa Lucca Comics è un gioiellino: la copertina è lussuosa, sia per la grafica che per la presenza delle alette interne. Il grande formato permette di assaporare al meglio le magnifiche tavole di Celoni, che in questa occasione dà sfoggio come non mai del suo formidabile stile visionario. Infine, le pagine dedicate al “diario” dei tre autori coinvolti nel progetto offrono degli interessanti dietro le quinte sulla realizzazione della storia.
Storia che ha orchestrato con grande sapienza, riuscendo a bilanciare perfettamente i toni gotici del romanzo originale con l’umorismo che gli è proprio, vincendo di fatto la sfida del trasporre un’opera come  nel fumetto Disney. 

Abbiamo parlato di
Dracula di Bram Topker
Bruno Enna, , Mirka Andolfo
Disney Italia (Speciale Disney 60) – novembre 2012
brossurato, colori, 98 pagine – €7,90
ISBN: 9771123884006

1 Commento

1 Commento

  1. Debris

    17 maggio 2013 a 00:47

    Rivoglio la copia che mio nipote si è rubacch….va bhè gliela ho data io, “CERTO” che ne avrei potuta trovare un’altra ed invece, ed invece vorrei sapere una cosa, a mesi di distanza: posto che certamente potrei recuperare oggi come allora il volume sul mercato della rete, ma quante copie ne furono realizzate?? Nelle provincie del sud ne arrivarono poche – e la mia è una città abbastanza fornita riguardo a Disney –

    Oppure fu solo una fatalità…

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio