Home > Notizie > Nuove Uscite > Star Comics presenta Suore Ninja, il numero 0 a Lucca Comics 2012

Star Comics presenta Suore Ninja, il numero 0 a Lucca Comics 2012

Comunicato Stampa

Il 2 Novembre, dalle ore 11.00 alle 12.00, presso la Camera di Commercio 2 – Sala dell’oro, verrà presentatoStar Comics presenta Suore Ninja, il numero 0 a Lucca Comics 2012 - viewer1-225x300 in anteprima assoluta il numero ZERO di Suore Ninja, la nuova mini serie in sei volumi di e , che verrà pubblicata da a Marzo 2013. Tecnicamente si presenta come uno spin-off del volume autoconclusivo Zombie gay in Vaticano, presentato dai due autori durante la scorsa edizione di Lucca Comics e andato esaurito in poche ore . I tre bizzarri personaggi si sono subito guadagnati, a suon di mazzate, il ruolo di protagonisti assoluti della scena! Suore Ninja è un fumetto ironico, irriverente, ma soprattutto dissacrante, che ad ogni pagina vi farà riflettere e morire dal ridere allo stesso tempo. Nel 1494, Papa Alessandro VI creò in segreto una task force con l’intento di sgominare tutti i nemici che minacciavano la Chiesa. Un gruppo di guerriere formato da suore dall’ aspetto innocuo, ma capaci di prendere a calci e bastonate qualsiasi mostruosità minacciasse il Vaticano. Le prime testimonianze di questa setta segreta si hanno negli archivi vaticani, in una conversazione tra l’allora Papa Innocenzo XI ed il frate Guglielmo Maggi della diocesi di Como, sul Messaggerus Istantanus, la chat vaticana che fu bandita perché considerata uno strumento demoniaco.

Vuoi saperne di più? Vieni allo stand Star Comics Pad. Napoleone E215 dal 1 al 4 Novembre a Lucca Comics and Games 2012, e richiedi gratuitamente il numero zero di SUORE NINJA!

Info serie: Suore Ninja di Davide La Rosa e Vanessa Cardinali, 6 volumi bimestrali in uscita a Marzo 2013

www.starcomics.com

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.