Home > BreVisioni > Hellblazer – Il trench del Diavolo (Milligan, Bisley, Camuncoli, Landini)

Hellblazer – Il trench del Diavolo (Milligan, Bisley, Camuncoli, Landini)

Hellblazer - Il trench del Diavolo (Milligan, Bisley, Camuncoli, Landini) - Hellblazer1Nuovo volume per , sempre ad opera del trio Milligan, Bisley, Camuncoli. disegna due storie autoconclusive: nella prima John si occupa di un penitenziario infestato da un demone, mentre nella seconda indaga sul suicidio di un bambino, suo amico d’infanzia. Gli altri episodi sono affidati a Giuseppe Camuncoli (coadiuvato da e Carli Hide) e Gael Bertrand. In questi vediamo cosa succede quando il vissuto trench di Constantine viene separato dal suo magico proprietario: Gemma, la nipote di John, lo ha messo in vendita sul web. 
Nelle mani di Milligan la serie ha assunto negli ultimi episodi, un carattere quasi corale. Gemma e la giovane moglie di John, Epiphany, trovano spazio e centralità, essendo i veicoli con cui l’autore introduce le nuove trame. Ma i due personaggi, utili ad arricchire il quadro, non sono particolarmente interessanti né originali. Persino l’espediente del trench “a piede libero” è gestito senza grande ispirazione da Milligan e non diverte. La coppia Milligan-Camuncoli da vita ad un Constantine un po’ piatto e standardizzato, privo dell’ironia cinica e distorta che lo caratterizza e troppo simile negli atteggiamenti ai tanti protagonisti delle testate mainstream USA.
Se l’intreccio principale non appassiona granché, sono invece buone le storie disegnate da Bisley: giusta l’atmosfera e l’aderenza al personaggio, ritratto come ambiguo ed irrimediabilmente corrotto.

 Abbiamo parlato di:
Hellblazer – Il trench del Diavolo 
, Simon Bisley, Giuseppe Camuncoli, Stefano Landini, Carli Hide, Gael Bertrand
Rw Lion, 2012
144 pagine, brossurato, colore – 13,95 €
ISBN: 9788866912293 

Hellblazer - Il trench del Diavolo (Milligan, Bisley, Camuncoli, Landini) - hb282

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.