BreVisioni

Absolute Vampire Boy (Trillo, Risso)

Absolute Vampire Boy (Trillo, Risso) - vampireboy001Qualcuno dovrebbe ripristinare una grande verità della narrativa: i vampiri sotto il sole non brillano come giubbotti dell’Anas e nemmeno si rigenerano come accade in Vampire Boy; i vampiri sotto il sole muoiono carbonizzati. E’ il loro unico punto debole, l’elemento che li rende così affascinati, relegati alle tenebre e alla solitudine per l’eternità.
Il ragazzino di ha poco a che fare con la tradizione di genere. Questa però è l’unica critica negativa che possiamo muovere al corposo volume ristampato in edizione absolute dalla nel 2011 con nuova copertina.
Il soggetto non è dei più originali: un giovane principe egizio e una  sensuale sacerdotessa – amante del Faraone – sopravvivono  al loro popolo grazie al dono dell’immortalità concessagli dal dio del sole. I due continueranno a fronteggiarsi nei secoli fino al confronto finale.
È nella sceneggiatura che si riconoscono le migliori doti del maestro : il tratteggio dei personaggi, sempre surreali ed estremi, i cambi di registro e di scena, il sesso e la violenza che punteggiano tutta la vicenda in modo mai scontato. Interessante la lunga sequenza del capitolo “La Distruzione”, nel quale le inquadrature seguono come una telecamera a spalla le vicende della rediviva sacerdotessa senza mai ritrarla direttamente.
dimostra una volta di più come la narrazione per immagini possa unire il realismo e la fantasia, l’impatto visivo e la leggibilità, il dettaglio minuzioso e la capacità latino-europea di descrivere tratteggiando.
Carlos Trillo ci ha lasciati da un anno senza che i media si siano spesi troppo in celebrazioni. Vampire Boy non è un capolavoro, ma è ottimo intrattenimento a fumetti come solo i grandi maestri sanno fare.

Abbiamo parlato di:
Absolute Vampire Boy
Carlos Trillo,
Traduzione di Zeljko Medic
, 2011
480 pagine, brossurato, bianco e nero – 30,00€
ISBN: 978-88-952-0883-1

 

Absolute Vampire Boy (Trillo, Risso) - vampireBoy_1

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio