Home > Articoli > Recensioni > Transmetropolitan TB #8

Transmetropolitan TB #8

Transmetropolitan TB #8 - immagine1-205Chi è Spider Jerusalem? E’ il più grande bastardo, figlio di buona donna, drogato, incorruttibile, sfrontato e inarrestabile giornalista della storia del fumetto! Un uomo odiosamente onesto quanto volgare, in un futuro dove tutti i sogni e tutti gli incubi della scienza sono stati realizzati, dove corruzione, depravazione, sfruttamento e ignoranza sono la realtà quotidiana, e dove a contrastare il viscido presidente americano Callahan sembra essere rimasto solamente lui. Pronto a parlare, a sputare la verità in faccia al mondo, anche quando questa non la si vorrebbe conoscere, anche quando fa paura o ci mette davanti alle nostre colpe, a costo di rischiare la sua stessa vita per un ideale più alto. Giornalista fino alle ossa, armato della sua scrittura e del suo acume.

Questo folle personaggio e questo folle mondo sono frutto della mente di (Stormwatch, Authority, Planetary) e delle matite di (Wolverine, Spider-Man, New Warriors, Punisher), che utilizzano le storie ultraviolente e crude per criticare, come da sempre è caratteristica della narrativa di fantascienza, la società moderna, estremizzandone i difetti e presentandoli così nudi, evidenti.

Fa ridere, fa stare male, ma soprattutto sotto la scorza di fumetto rumoroso ed eccessivo, fa pensare. In poche parole, allo stato puro.

“Il giornalismo è per quelli follemente intrippati, per i passionali, per i mezzi matti e per la gente a cui frega qualcosa.”
“E’ quello che aspettavo di sentirti dire.”

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.