Omaggi

Omaggio a Martin Mystère: Giancarlo Alessandrini

Clicca per ingrandire

nasce a Jesi (Ancona) il 20 marzo 1950. Esordisce nel mondo del fumetto nel 1972, diventando ben presto uno dei principali collaboratori del “Corriere dei Ragazzi”, per il quale realizza varie storie complete delle serie “Uomini contro”, “Fumetto verità”, “Anni Duemila” e “Lord Shark”, su sceneggiature di Mino Milani, Alfredo Castelli, Franco Manocchia e Pier Carpi. Lavora poi per lo studio di Alberto Giolitti, realizzando storie di guerra per l’inglese Fleetway Publications. Nel 1977, collabora con , disegnando sei episodi di Ken Parker e “L’Uomo di Chicago” per la collana Un Uomo un’Avventura dell’Editoriale Cepim. Dal 1980, collabora a “Il Giornalino”. Nell’aprile 1982, disegna “Gli Uomini in Nero” che dà il via alla grande avventura di Martin Mystère di cui diventa il copertinista. Nel 1990, pubblica su “Torpedo”, della Acme, “L’Uomo di Mosca”, scritto da Roberto Dal Prà. Dal 1991, realizza le avventure del detective “Anastasia Brown” per la rivista “L’Eternauta”. “L’Eternauta” ospita anche un episodio della serie “Zona X presenta”, disegnato su testi di Antonio Serra. Nel 1991 riceve il premio Anaf come miglior disegnatore dell’anno e nel 1992, riceve lo Yellow Kid quale migliore disegnatore italiano e, nel 1993, esce una sua biografia nella collana “Immagini & Parole” della Tornado Press. Nel 1994 riceve il premio dei lettori di Fumo di China come miglior copertinista. Nel 2004 realizza il tredicesimo Dylan Dog Gigante e, nel 2006, sono suoi i disegni del ventesimo “Texone”.

Omaggio a Martin Mystère: Giancarlo Alessandrini - omaggio-alessandrini-lospaziobianco-595x800
Clicca per ingrandire
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio