Home > Articoli > Recensioni > Wildstorm #22

Wildstorm #22

Wildstorm #22 - Authority20In Authority di e Frank Quitely termina la trama Terra Inferno in cui il supergruppo più potente del mondo si è trovato di fronte alla ribellione contro l’uomo da parte della Terra stessa. Causa di tutto questo la cospirazione di un criminale detenuto in un carcere di massima sicurezza, confinato all’inizio dei tempi. Authority è costretta a cedere al ricatto di questo ex-sciamano, concedendogli un’ora faccia a faccia al pieno dei suoi poteri: si tratta ello scontro più assurdo che si possa immaginare, dove colpi bassi, violenza e spettacolarità la fanno da padroni.
Wildstorm #22 - planet1Doppia razione per i Wildcats di Joe Casey e Sean Philips: lo scontro con il figlio di un avversario del defunto Lord Emp si trasforma in una questione di “famiglia”, dove la famiglia sono i Wilcats stessi, ancora divisi e dispersi, ma comunque combattivi. La serie sospesa tra supereroismo e fumetto “alla ”, visti anche gli autori, sta migliorando di numero in numero, facendo ben sperare per il proseguo.
Piatto forte del numero, indubbiamente, è il ritorno dopo tanti mesi di Planetary di Warren Ellis, creatore originario di Authority e di , e . La serie è rimasta a lungo ferma per gli impegni dello scrittore e del disegnatore, chiamato quest’ultimo nell’operazione di rilancio di Capitan America per la Marvel. L’attesa è ripagata da un racconto brillante, colto, disegnato in maniera stupenda, in cui viene raccontata una parte importante della storia di Elijah Snow. Una indagine che, partendo dal laboratorio abbandonato del dottor Frankenstein, porterà il quarto uomo di Planetary a diventare allievo del più grande investigatore del mondo, Sherlock Holmes.
Planetary è forse la serie più matura e più bella di Warren Ellis, ed in questo episodio tutti gli elementi di mistero ed intrigo si fondono alla perfezione lasciando il lettore a bocca aperta in attesa del prossimo numero.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.